Blitz dei Nas a Foggia, sequestrati 16 puledri e un cavallo destinati al macello senza nessuna autorizzazione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In un mattatoio di Foggia i Nas hanno sequestrato 16 puledri e un cavallo destinati al macello, ma privi di identificazione

Stavano per essere destinati illegalmente al macello, ma per fortuna le forze dell’ordine sono arrivati in tempo per sottrarli a questo destino (almeno temporaneamente). La vicenda riguarda 16 puledri e un cavallo trovati grazie a un blitz dei carabinieri del Nas di Bari dentro un mattatoio di Foggia. Gli animali in questione erano privi di identificazione e a causa di questa irregolarità non potevano essere macellati.

Vogliamo fare un plauso ai Nas di Bari sottolineando però che questi non sono fenomeni rari né circoscritti ad una regione.  – commenta Sonny Richichi, presidente di Italian House Protection, la principale associazione italiana che si occupa di tutela dei cavalli – Sono anzi fenomeni frequenti, figli di un’anagrafe equina che per tanti anni ha funzionato male perché è stata concepita male fin dall’inizio. Nel settembre scorso questa anagrafe è stata trasferita dal ministero delle politiche agricole a quello della salute, ma tutt’ora il trasferimento è in corso. Il caos non è sanato solo perché c’è stato un passaggio di competenze.

Gli animali sequestrati in Puglia non potranno essere trasferiti né macellati fino a quando non sarà identificata la loro provenienza.

Purtroppo i cavalli rientrano tra gli animali maggiormente sottoposti a sfruttamento. Non vengono soltanto macellati (in molti casi in maniera illegale), ma anche usati per le corse clandestine – organizzate non di rado da organizzazioni mafiose – e sfruttati in diverse città per trainare carrozze che portano in giro i turisti, talvolta anche sotto il sole cocente.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Nas/Italian House Protection

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook