In vacanza con i nostri cani e gatti ?

immagine

La prima metà del mese di luglio si è già conclusa e alcuni di voi saranno già partiti per le vacanze, altri invece sono in procinto per farlo: già scelto la destinazione? E l’albergo nel quale alloggiare? Oppure optato per un appartamento? Spiaggia libera o privata? Prenotato il treno/aereo? Meglio viaggiare in macchina? Pronte le valigie? o manca ancora un weekend di shopping per le vie del centro per comprare le ultime cose? Tutto pronto allora?….ma in tutta questa organizzazione avete incluso anche i vostri amici a quattro zampe?

Premettendo che ognuno di noi ha il diritto di staccare la spina per qualche giorno o qualche settimana (se si ha la fortuna di farlo), dopo un anno intero di lavoro, cambiare letteralmente aria, allontanarsi dalla routine quotidiana alla quale si è costretti per la maggior parte del nostro tempo, bisogna tenere ben presente la responsabilità che ci siamo presi decidendo di far entrare nella propria famiglia un cane o un gatto (o entrambi) anche nel momento in cui si decide di andare in vacanza. Condannando a priori coloro che optano per un’azione spregevole e meschina come quella dell’abbandono, cosa è meglio fare, preparare i “bagagli” anche per il nostro amico a quattro zampe, o scegliere per lui la sistemazione più adatta per il tempo in cui saremo lontani da casa? Non sarò senz’altro io a suggerirvi la soluzione più giusta, anche perché non credo ce ne sia una in assoluto: decidere di partire con il proprio animale è sicuramente la scelta più bella per tutti, ma non sempre è così semplice far coincidere le proprie esigenze con i servizi che i luoghi di villeggiatura offrono; non sono ancora così tanti gli albergatori che ospitano anche cani e gatti, spiagge aperte anche agli animali. C’è quindi chi sceglie il luogo dove trascorrere le proprie vacanze dopo aver fatto un’attenta cernita sul web, o dopo una sfilza di telefonate ad alberghi, villaggi, campeggi, proprietari di case o appartamenti per trovare quello in cui vengono accettati anche gli animali. Ed anche se si pensa di aver trovato la sistemazione più idonea, non bisogna scordarsi però del viaggio: la macchina sembrerebbe la soluzione più semplice, ma 1) non tutti i cani e gatti sopportano questo mezzo di trasporto, figuriamoci se costretti in un trasportino o limitati da una rete nel bagagliaio, 2) non sempre la meta è raggiungibile in auto; il viaggio in aereo/treno/traghetto non è sicuramente meno impegnativo da organizzare, tra biglietti da fare (e comunque una spesa aggiuntiva da sostenere), informazioni da chiedere alla compagnia scelta riguardo le modalità di trasporto degli animali, ed anche in questo caso gli animali sono spesso contenuti, soprattutto se cani di grossa taglia.

La soluzione migliore è sempre quella che non crea stress ai nostri animali, quindi prima di qualsiasi scelta bisogna domandarsi se è la preferibile anche per loro, tenendo in considerazione indole e carattere: sarebbero in grado di affrontare poche o tante ore di viaggio? quanto sopporterebbero essere chiusi in un trasportino? o in una gabbia in una stiva di un aereo? Si orienterebbero facilmente in un ambiente diverso da quello di casa? Se le risposte risultano essere positive, allora si può passare alla rassegna dei luoghi di villeggiatura attrezzati o comunque aperti all’accoglienza anche dei vostri animali; altrimenti consiglio di non scartare a priori la possibilità di lasciare il proprio animale in una struttura o presso persone fidate e competenti, in grado di prendersene cura durante la vostra assenza.

Se quindi avete deciso di non separarvi dal vostro amico a quattro zampe neanche durante le vacanze, bisogna prepararsi al meglio anche per lui. Come prima cosa vi suggerirei una visita pre-partenza dal veterinario, soprattutto se sono passati già diversi mesi dall’ultima; deve essere coperto dalle dovute vaccinazioni e meglio anche da un antiparassitario adeguato. Se sapete già in anticipo che il vostro animale è sì in grado di affrontare un viaggio ma pur sempre rimanendo un po’ agitato, potete ricorrere alla somministrazione di fior di Bach specifici o l’utilizzo di feromoni; potrebbero essere utili anche nei primi giorni di villeggiatura. Attrezzatevi di cuccia, ciotole e giochini, meglio se suoi in modo da avere anche nel nuovo ambiente qualcosa che gli ricordi casa (queste piccole accortezze potrebbero evitare eventuali stress). Se inoltre pensate di non trovare negozi aperti quando arriverete a destinazione o pensate possano essere troppo lontani dal vostro albergo/appartamento/villaggio/campeggio, sarebbe opportuno portarvi dietro della pappa sufficiente per coprire almeno le prime ore; idem un po’ di sabbietta nel caso aveste un gatto.

Ed ora non mi resta che augurarvi…BUON VIAGGIO E BUONE VACANZE!!!!

LEGGI ANCHE

Tutti al mare!!!!!!!!!!!!!!!!…e senza stress…

Vacanze in arrivo: portare i nostri cani e gatti con noi? o come sistemarli?

Lo stress in cani e gatti

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

corsi pagamento

seguici su facebook