Il freddo gelido ha portato anche una “bella” rinotracheite ai vostri animali?

b2ap3_thumbnail_tosse-nel-canesalute-del-cane.gif

Quanti, soprattutto nella stagione fredda, non viene colpito da un fastidioso raffreddore e mal di gola? Purtroppo la rinotracheite può colpire anche i nostri amici a quattro zampe.

La rinotracheite è un processo infiammatorio che interessa le alte vie respiratorie, quindi cavità nasali, laringe e trachea. Si presenta soprattutto in inverno o quando si è esposti a sbalzi di temperatura, oppure può essere di natura infettiva (causata quindi da virus o batteri).

I sintomi sono diversi: i nostri cani e gatti possono presentare occhi arrossati e cisposi (Occhio agli occhi! Rimedi naturali per curare la congiuntivite dei nostri animali), scolo nasale acquoso o mucoso (che può determinare una respirazione a bocca aperta per la difficoltà respiratoria provata), starnuti, tosse secca/grassa, mal di gola; inoltre a causa della difficoltà nel deglutire o nel sentire gli odori, i nostri animali potrebbero rifiutare il cibo.

Come intervenire allora? Prima di tutto valutare la situazione: se l’animale è comunque reattivo, ha ancora voglia di giocare, mangia e non è abbattuto, allora può essere gestita anche da noi, altrimenti (o se si vuole stare più tranquilli ed avere un parere più esperto) meglio portarlo dal proprio veterinario, il quale dopo un’accurata visita può impostare una terapia adeguata; solitamente viene prescritto subito un antinfiammatorio e antibiotico, ma non sempre (soprattutto quest’ultimo) è necessario, in particolar modo se il disturbo non è di natura batterica.

Optando invece per una terapia più naturale si può pensare prima di tutto ad una prevenzione (soprattutto quando sta per avvicinarsi la stagione fredda, portatrice di tanti malanni di stagione); si possono somministrare allora prodotti come echinacea, engystol (di natura omotossicologica) o oscillicoccinum (omeopatico); hanno infatti la funzione di aumentare le difese immunitarie. Questi inoltre possono essere utilizzati nella terapia. Sarebbe buona cosa fare dell’aerosol per fluidificare eventuale muco presente nelle cavità nasali e/o nei seni cranici, ma spesso i nostri cani e gatti non sono molto collaborativi; perchè allora non diffondere nell’ambiente oli essenziali come quelli di eucalipto che presentano lo stesso beneficio (naturalmente senza esagerare per non creare eccessivo fastidio nei nostri amici per un odore troppo intenso)?

Naturalmente lasciare acqua fresca (temperatura ambiente) sempre a disposizione, magari aggiungendo un po’ di succo di limone. Se rifiutano di mangiare, optare per dei cibi morbidi, magari non po’ riscaldati per esaltarne gli odori.

Contro la tosse può essere somministrato sciroppo di lumaca o Omeotox, di natura questo fitoterapico e che presenta soprattutto funzione decongestionate sulle mucose delle vie respiratorie.

LEGGI anche:

Influenza: rimedi naturali contro i malanni di stagione dei nostri cani e gatti

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

corsi pagamento

seguici su facebook