Dermatiti nei nostri cani e gatti e rimedi naturali

b2ap3_thumbnail_cane-che-si-gratta.jpg

Le dermatiti sono dei processi infiammatori specifici della cute, soprattutto dello strato più superficiale (derma). Oltre ad avere delle evidenze fisiche e conseguenze sull’organismo, è fonte di fastidio per animale; in che modo è possibile intervenire optando per dei rimedi naturali?

La dermatite può essere ricondotta a diverse cause perché gli agenti che la possono far insorgere sono diversi e numerosi:

– alimenti o singoli ingredienti presenti nella dieta (si tratta di una intolleranza alimentare);

– sostanze irritanti presenti nell’ambiente, di natura chimica (ad esempio i detersivi), ma anche naturale (come alcuni tipi di vegetali);

– punture di insetti;

– parassiti (come gli acari);

– pulci (Quali rimedi naturali contro le fastidiose pulci?)

– funghi (Quali rimedi naturali contro le micosi dei nostri cani e gatti?), lieviti (come la malassezia, saprofita della cute, ma che in determinate

condizioni si può moltiplicare in maniera eccessiva);

– sostanze ambientali presenti solo in determinate stagioni dell’anno;

– batteri;

– reazioni autoimmuni dell’organismo (ad esempio nel pemfigo del cane)

– il granuloma eosinofilico del gatto, la cui causa è multifattoriale);

– disturbi ormonali;

– problemi comportamentali che portano ad autolesionismi da parte dell’animale (ad esempio l’ansia).

Alcuni argomenti sono già stati affrontati in articoli precedenti, altri vedremo di chiarirli in futuro in quanto sono spesso causa di visita dal veterinario.

Anche le reazioni a livello cutaneo possono essere diverse: rossore più o meno intenso, pustole, piaghe, ulcere, forfora, alopecia; si possono aggiungere anche delle lesioni provocate dallo stesso animale a seguito di grattamento o mordicchiamento per il prurito

avvertito. Le lesioni possono essere localizzate o diffuse in diverse parti del corpo. Inoltre alcune razze sono predisposte all’insorgenza delle dermatiti proprio per le loro caratteristiche fisiche.

Per quanto riguarda la terapia, esistono diversi rimedi naturali che possono aiutare: la cute può essere lavata con un decotto freddo di camomilla, malva, calendula, echinacea per avere un’azione lenitiva, rinfrescante, antinfiammatoria, antibatterica, stimolante la cicatrizzazione; anche il gel all’aloe può aiutare, soprattutto se la cute si presenta secca, proprio per la sua azione emolliente. Importante comunque che la cute abbia sempre la possibilità di traspirare in modo che non ci sia ristagno di umidità.

Per evitare che l’animale si mordicchi mettere il collare elisabetta; cercare di distrarlo quando invece si gratta a causa del prurito.

Per dare uno stimolo in più al sistema immunitario soprattutto se la dermatite è di natura batterica, somministrare echinacea anche per via sistemica. Ottima è l’integrazione nella dieta con acidi grassi polinsaturi, utilizzando olio di semi, di girasole, di lino; buono anche il lievito per la sua azione positiva.

Come abbiamo detto in precedenza però le cause di dermatite sono numerose, e quindi la terapia deve essere adeguata al singolo caso. Se quindi la situazione non è così banale, l’aspetto della cute e del pelo peggiora e il cane vi sembra particolarmente stressato a causa del fastidio provato, rivolgetevi al vostro veterinario di fiducia che valuterà la situazione grazie all’anamnesi e alla visita effettuata, ed eventualmente ad indagini più approfondite che possono aiutare ad arrivare ad una diagnosi precisa.

Spesso le dermatiti sono lunghe da risolvere e spesso gli stessi proprietari si demoralizzano, ma l’importante è avere pazienza e tenacia seguendo la terapia più adeguata.

LEGGI anche:

Qual è la dieta giusta per il nostro cane? Meglio il più naturale possibile

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

Coop

Arrivano le ciliegie “Buone e Giuste” senza glifosato di Fior Fiore Coop

corsi pagamento

seguici su facebook