Cani e gatti obesi?

b2ap3_thumbnail_pTaByrngc.jpg

Problemi di sovrappeso? Paura di salire sulla bilancia e vedere l’ago che si sposta oltre il proprio peso forma? Bhè, anche i nostri cani e gatti non sono esentati dal poter assumere qualche chiletto di troppo.

Si vedranno quindi animali con un maggiore girovita, sarà difficile distinguere le loro prominenze ossee e avvertire le costole persino al tatto; alla palpazione addominale eseguita dal veterinario anche durante una visita di routine sarà difficoltoso percepire gli organi interni.

Le cause di obesità possono essere molteplici: ci può essere una predisposizione genetica (per alcune razze, se non vengono presi alcuni accorgimenti, è più facile accumulare peso), un’alimentazione poco corretta, troppo calorica o abbondante (quanti proprietari si giustificano dicendo di fornire solo una ciotolina di croccantini, neanche completamente colma, non tenendo in considerazione il fatto che questo tipo di alimento essendo secco è più concentrato ad esempio rispetto allo stesso volume di un alimento umido? Basta solo quindi ridurre le dosi), o ricca di stuzzichini e fuori pasto; il tutto può essere “aggravato” dal poco movimento (ad esempio nei gatti che vivono esclusivamente in casa e tendono a poltrire tutto il giorno, oppure cani che vengono portati fuori poche volte durante il giorno o per un tempo limitato, riducendo quindi al minimo le passeggiate; è il caso ad esempio di animali di persone anziane o i cui proprietari hanno poco tempo da dedicare loro). Inoltre anche la sterilizzazione favorisce il tutto. Ci sono poi alcune patologie endocrine che comportano un aumento di peso.

Non si tratta solo di una questione estetica, ma un animale obeso non sarà mai sano, sarà predisposto a sviluppare certe patologie: dolori osteo-articolari che limiteranno ulteriormente il movimento, difficoltà respiratorie soprattutto dopo uno sforzo, malattie cardiovascolari, diabete,…

Meglio quindi prevenire evitando alcuni errori fin da quando i nostri amici a 4 zampe sono cuccioli; se il problema invece è già presente l’unica soluzione risulta essere principalmente la modificazione di alcune abitudini alimentari: ridurre le porzioni ed abolire gli stuzzichini, eventualmente aggiungendo alla razione un po’ di crusca che aumenta la sensazione di sazietà; inoltre in commercio ci sono molti prodotti light. Quasi certamente i vostri pelosi cominceranno a fare gli schizzinosi, alcuni magari si rifiuteranno di mangiare, ma non vi fate subito impietosire, tenete duro. A questo è importante aggiungere o aumentare il movimento, quindi aumentare il numero/durata delle passeggiate, favorirlo anche sotto forma di gioco (ad esempio lanciando la pallina per farsela riportare); se amate andare in bicicletta un’idea potrebbe essere quella di portarvi dietro il vostro cane, naturalmente in un luogo tranquillo senza macchine (ad esempio al parco) e adeguando la vostra pedalata affinchè la sua corsetta non risulti troppo faticosa. Importante inoltre controllare periodicamente il peso.

LEGGI anche:

spazi-verdi/naturanimali/989-qual-%C3%A8-la-dieta-giusta-per-il-nostro-cane-meglio-il-pi%C3%B9-naturale-possibile

spazi-verdi/naturanimali/1268-dolori-articolari-in-cani-e-gatti-come-aiutarli-con-i-rimedi-naturali

Coop

Arrivano le ciliegie “Buone e Giuste” senza glifosato di Fior Fiore Coop

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

corsi pagamento

seguici su facebook