“Case a 1 euro” a Pietramelara per far rivivere il meraviglioso borgo medievale disabitato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Anche Pietramelara, in provincia di Caserta in Campania, ha lanciato l'iniziativa delle case in vendita a 1 euro.

Una popolazione di poco meno di 5mila abitanti all’ombra del Monte Maggiore e un meraviglioso centro su un’altura che domina tutta la “piana dei 5 castelli”: è Pietramelara, nella provincia di Caserta, e anche qui prende piede il progetto di “Case a un euro”. Lo scopo è sempre quello: recuperare gli immobili disabitati e dare nuova linfa vitale agli antichi quartieri medievali.

Vogliamo che chi sceglie di venire a visitarci e di acquistare una abitazione nel centro storico si impegni a dare inizio, entro un certo termine, ai lavori di ristrutturazione e di recupero; vogliamo dare un nuova vita ad immobili abbandonati da tempo e ai luoghi dove essi sono ubicati”, si legge sul sito del Comune.

Leggi anche: “Case a 1 euro”: boom di richieste per il fiabesco borgo di Oyace, in Valle d’Aosta

Come accade, quindi, nelle altre cittadine che scelgono di abbracciare quest’iniziativa, chiunque lo desideri, tra cittadini privati, ditte individuali, cooperative o società potrà acquistare una casa a un prezzo simbolico, a patto di sostenere tutte le spese per la redazione dell’atto di cessione, predisporre un progetto di ristrutturazione e recupero, iniziare i lavori entro un termine dalla data di acquisto.

Case a un euro come funziona

I proprietari che intendono cedere i propri immobili disabitati situati nel centro storico manifestano adesione all’iniziativa dichiarando la volontà e la disponibilità alla cessione al prezzo simbolico di un euro dell’immobile dandone comunicazione scritta al Comune di Pietramelara tramite un’apposita modulistica.

L’acquirente dichiara l’interesse ad acquistare e ristrutturare l’immobile messo a disposizione, dandone comunicazione al Comune di Pietramelara tramite l’apposita comunicazione ufficiale.

Il nostro Borgo soffre una condizione di abbandono che perdura da oltre quaranta anni e lentamente, ma inesorabilmente, tutto il centro storico, ed ormai anche la parte più bassa del nucleo abitativo di Pietramelara si è quasi del tutto spopolato, comprese le piazze principali Sant’Agostino e San Rocco”.

L’acquirente ha obblighi come il pagamento delle spese connesse al regolare passaggio di proprietà del bene, il perfezionamento della stipula del contratto di compravendita con il venditore e la presentazione di un progetto di ristrutturazione, risanamento conservativo e riqualificazione dell’immobile acquisito, entro e non oltre un anno dalla stipula del contratto di compravendita.

QUI trovate tutti i documenti e i dettagli del progetto.

Fonte: Comune di Pietramelara

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook