Sai dove devi gettare la pellicola per alimenti? Ecco l’errore che non devi fare (e come farne proprio a meno)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dove si butta la pellicola in plastica per alimenti? Forse anche tu hai sempre sbagliato contenitore di conferimento

Libera Terra

La pellicola in plastica per alimenti è un accessorio ancora molto presente nelle nostre cucine e sugli scaffali dei supermercati, dove viene spesso usato per impacchettare frutta e verdura fresche, piatti pronti o salumi già affettati.

Infatti, l’efficacia di questo materiale nel proteggere gli alimenti freschi dall’azione dei batteri o dell’aria è indiscussa – e questo spinge molte persone e molti supermercati a farne largo uso, anche se si tratta sostanzialmente di plastica, un materiale derivante dal petrolio, molto inquinante e difficile da riciclare.

Le difficoltà nel riciclo della pellicola per alimenti, oltre a derivare dal materiale di cui questa è composta, sono connesse anche al fatto che i consumatori non sanno dove buttarla e finiscono per conferirla nel contenitore sbagliato. Ma dove si butta la pellicola?

Essendo composta da polimeri plastici, essa va smaltita nel contenitore della plastica – anche se è stata a contatto diretto con il cibo, per esempio come componente di un vassoio di carote o dell’imballaggio di un broccolo.

Basterà eliminare con le mani i residui più grandi di cibo e gettare la pellicola nella plastica. Se la pellicola è particolarmente sporca (residui di olio o altro grasso, sugo, creme o panna) e non è possibile garantire una pulizia almeno grossolana del materiale, non ci resta che gettarla nell’indifferenziato.

Diverso è il discorso de di tratta di una pellicola biodegradabile: a condizione che vi sia una specifica indicazione sulla confezione che ci autorizza a farlo, in questo caso possiamo conferire la pellicola nel contenitore dei rifiuti organici.

Abbiamo capito come gettare correttamente la pellicola per alimenti per avviarla a una corretta pratica di smaltimento. Tuttavia, poiché si tratta nella maggior parte dei casi di un materiale derivante dal petrolio e quindi altamente inquinante, vi consigliamo di evitarla il più possibile.

Ecco qualche strategia per eliminare la pellicola per alimenti dalla nostra quotidianità:

  • se dobbiamo conservare del cibo avanzato in frigorifero, anziché lasciarlo nel piatto e coprirlo con la pellicola, trasferiamolo in un contenitore di vetro con chiusura ermetica: si conserverà benissimo e noi non avremo utilizzato la plastica;
  • al supermercato scegliamo sempre prodotti sfusi e evitiamo di portarci a casa frutta e verdura confezionati nella pellicola trasparente; se possibile, quando andiamo a fare la spesa portiamo con noi sacchetti di tessuto riutilizzabili per acquistare i prodotti sfusi;
  • se proprio non possiamo fare a meno della pellicola (ad esempio per confezionare un panino da portare nello zaino per il pranzo), usiamo una pellicola lavabile e riutilizzabile – come questa QUI.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook