Pollinator Park: la piattaforma lanciata dall’Ue che ci catapulta in un futuro catastrofico senza insetti impollinatori

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Commissione europea ha lanciato Pollinator Park, la piattaforma web interattiva nata per sensibilizzare l'opinione pubblica sul declino degli insetti impollinatori.

Ecco il carrello smart per la spesa

Si chiama Pollinator Park ed è la piattaforma web interattiva lanciata dalla Commissione europea per sensibilizzare l’opinione pubblica sul declino degli insetti impollinatori. Il nuovo progetto è un tassello importante della più ampia iniziativa “EU Pollinators”. 

Pollinator Park non è altro che un’esperienza di realtà virtuale (dalla durata di 30 minuti) che ci catapulta nel 2050, in un mondo senza più api e altri insetti impollinatori. L’unica eccezione è rappresentata appunto dal Pollinator Park della dottoressa Beatrice Kukac, un rifugio sicuro per gli impollinatori. 

In realtà si tratta uno scenario che non è poi così utopistico visto che, secondo gli esperti, negli ultimi anni questi insetti stanno gradualmente scomparendo a ritmi senza precedenti.

“Ricordi un tempo in cui il cielo era pieno di uccelli e api e dagli alberi crescevano frutti colorati? Quel mondo ha cessato di esistere o hai semplicemente smesso di notarlo?”: questa è la frase inquietante che accoglie i visitatori sul sito dedicato al progetto.

Pollinator Park è stato progettato in collaborazione con Vincent Callebaut, noto “archiobiotect” belga. “Pollinator Park mostra i pericoli del business as usual, – spiega il commissario Ue all’Ambiente Virginijus Sinkevičius – invitando tutti noi a aumentare gli sforzi per proteggere gli impollinatori e garantire un futuro migliore”.

Nel futuro di Pollinator Park gli impollinatori sono ormai estinti e la piattaforma invita tutti i visitatori a conoscerli, a giocare per capire l’impollinazione, a fare la spesa in un mondo privo di questi insetti essenziali per il Pianeta.

Per immergerti nella realtà virtuale di Pollinator Park CLICCA QUI

Fonte: Commissione europea/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook