Dai pesci chitarra a macchie blu alle stelle marine arancione brillante, ecco le nuove specie scoperte nel 2021

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quest'anno sono settanta le nuove specie animali e vegetali scoperte e descritte dai ricercatori setacciando terre e mari del Pianeta

Come da tradizione, a fine anno i ricercatori della California Academy of Sciences riportano dodici mesi di nuove scoperte sulla biodiversità del nostro Pianeta descrivendo le nuove specie osservate.

Per questo 2021 sono 70 i nuovi esemplari animali e vegetali che fino a pochi mesi fa erano sconosciuti: tra questi, 14 coleotteri, 12 lumache di mare, nove formiche, sette pesci, sei scorpioni, cinque stelle marine, quattro squali, tre ragni, un cavalluccio pigmeo, cinque piante da fiore e un muschio.

Tra le nuove specie classificate c’è il Centruroides berstoni, uno scorpione che vive tra le cime più alte degli alberi delle foreste tropicali del Guatemala e il Pachyrhynchus obumanuvu, un tonchio con un insolito contrasto tra verde e nero che lo distingue dalla maggior parte dei tonchi, insetti generalmente monocromatici.

Setacciando le acque degli oceani sono stati invece scoperti il Cylix tupareomanaia, cavalluccio marino pigmeo che si mimetizza perfettamente tra le alghe rosse nel mare della Nuova Zelanda, la Uokaster ahi, una stella marina arancione brillante, e due pesci chitarra a macchie blu (Acroteriobatus andysabini e Acroteriobatus stehmanni). Si tratta di pesci così chiamati perché i corpi allungati e le teste appiattite che ricordano appunto delle chitarre e rientrano tra le specie minacciate dalle attività di pesca.

Le nuove scoperte del 2021 dimostrano che il nostro grande Pianeta presenta ancora luoghi inesplorati e può ancora sorprenderci con piante e animali che non abbiamo mai visto e che dobbiamo tutelare.

La biodiversità è fondamentale per la salute del nostro pianeta e si sta perdendo a un ritmo in cui le pratiche di sostenibilità non sono più sufficienti. Come amministratori del nostro mondo naturale, dobbiamo svolgere un ruolo attivo nella rigenerazione degli ecosistemi. Il nostro rapporto con la natura migliora con ogni nuova specie, approfondendo la nostra comprensione di come funziona il nostro pianeta e può rispondere al meglio a un futuro incerto. Mentre continuiamo a combattere un clima che cambia e una pandemia globale, non c’è mai stato un momento più cruciale per proteggere la varietà della vita sulla Terra – ha dichiarato Shannon Bennett della California Academy of Sciences.

Il prossimo 6 gennaio, le nuove specie scoperte nel corso del 2021 verranno celebrate durante il Night School, evento virtuale cui parteciperanno molti dei ricercatori che le hanno descritte.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti di riferimento: California Academy of Sciences

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook