Ha piantato oltre 23.000 alberi in una giornata, chi è il giovanissimo ambientalista entrato nel Guinness dei Primati

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un giovanissimo canadese ha piantato oltre 23.000 alberi in una sola giornata, entrando nei Guinness World Records. Da anni l'ambientalista si impegna nella riforestazione di aree disboscate, condividendo il suo operato sui social e sperando di coinvolgere sempre più persone nella missione

Si chiama Antoine Moses, è originario del Canada e a soli 23 anni ha già piantato milioni di alberi nel suo Paese. Grande appassionato di sport e di natura, Antoine Moses è entrato nel Guinness dei Primati per il maggior numero di alberi piantati in 24 ore. Ben 23.060.

Un’impresa gigantesca, portata a termine il 17 luglio del 2021 a La Crete, Alberta, Canada, e riconosciuta dai giudici dei Guinness World Records nell’estate di quest’anno. Il record era detenuto da un altro canadese, Kenny Chaplin, che nel 2001 aveva messo a dimora 15.000 alberelli in un giorno.

Ma, riconoscimenti a parte, quella di riforestare aree disboscate è una missione che il canadese porta avanti da anni. Per la precisione 6 anni, nei quali si è impegnato per dare una nuova vita a tante realtà paesaggistiche distrutte dall’attività antropica.

Tantissimi utenti hanno seguito le sue azioni. In molti hanno chiesto ad Antoine di poter vedere come un’area da lui riforestata anni fa si presentasse oggigiorno. Ed ecco qui un esempio concreto del suo immenso lavoro. Gli alberelli stanno crescendo e il verde sta tornando a ripopolare una delle tante zone in cui Antoine è intervenuto.

https://www.instagram.com/p/CfKhfyFJUHg/

Senza perdersi mai d’animo, Antoine Moses ha continuato a piantare alberi anche nei terreni più difficili. Il giovane ha preso parte a tante iniziative, facendo la conoscenza di altri ambientalisti e incoraggiando i suoi followers a fare lo stesso.

Al giorno d’oggi la deforestazione continua a essere uno dei più grandi problemi del secolo, un fenomeno allarmante di proporzioni mastodontiche con cui stiamo sventrando il nostro Pianeta. Riforestare significa perciò investire nel futuro, mitigando gli effetti del cambiamento climatico.

Per questo l’impegno di Antoine Moses è encomiabile. Mentre attendiamo che i leader del mondo si decidano prendere posizioni concrete per arginare il disboscamento, come si impegna a fare il nuovo presidente brasiliano Lula, ci auguriamo che anche altri giovani e cittadini seguano le orme del canadese.

Fonte: antomosplant/Intagram

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook