Gli scienziati dimostrano che i pesci hanno autocoscienza (e sanno riconoscersi allo specchio)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Come un nuovo studio dimostra, anche alcuni pesci avrebbero la capacità di sapersi "riconoscersi allo specchio"

Nel Regno Unito emessa una moneta per celebrare il 50° del Pride

La capacità di un animale di riconoscersi allo specchio, anche nota come “test dello specchio”, è propria in primis degli scimpanzé, ma anche di altre specie come cavalli, elefanti e orche. A questi andrebbero aggiunti però alcuni pesci, come il Labroides dimidiatus. E’ questo quanto emerso da una ricerca condotta dalla Osaka City University in collaborazione con università svizzere e tedesche che ha verificato la facoltà di autoconsapevolezza del pesce pulitore Labroides dimidiatus.

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica PLOS Biology, ha tenuto sotto osservazione 18 esemplari di pesce pulitore tropicale di acqua salata, su cui già nel 2019 erano stati eseguiti dei test simili. Questa specie, secondo i nuovi risultati, si è dimostrato perfettamente in grado di riconoscere se stesso allo specchio che è stato inserito nel suo acquario per un lasso di tempo variabile.

L’esperimento così condotto ha subito tuttavia critiche da parte di alcuni studiosi che non ritenevano corretto parlare di autocoscienza in questa specie animale, alludendo al fatto che il pesce pulitore avesse visto semplicemente un altro animale e non la sua figura riflessa. Questa tesi è stata però demolita da un dato di fatto elementare: il comportamento del Labroides dimidiatus davanti allo specchio. Il pesce pulitore, che alla presenza di altri suoi simili avrebbe dovuto generalmente essere competitivo per difendere il suo territorio, non ha mostrato alcun segno di aggressività e questo secondo gli esperti è una prima evidente prova di consapevolezza di sé, ma la strada è ancora lunga poiché quando il test è stato ripetuto ruotando lo specchio il pesce ha inizialmente risposto attaccando la vetrata.

Secondo il professor Kohda, uno dei coautori dello studio, i risultati dei test condotti sono sì stupefacenti, ma sono necessari altre ricerche per affermare con certezza che questo pesce, così come altri animali, sia dotato di autocoscienza. Il test dello specchio, ideato dallo psicologo americano Gordon Gallup, andrebbe comunque rivisto anche a seguito di alcune controversie che sono emerse da test simili su questa specie.

In ogni caso questo studio non fa altro che dimostrare che tante sono le creature viventi dotate di una forma intelligenza ed i pesci, seppur in maniera chiaramente diversa rispetto al cervello umano, non sono da meno.

Fonte: PLOS Biology

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

 

 

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook