Giornata mondiale della biodiversità: 20 azioni che tutti possiamo compiere per proteggerla

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La biodiversità del nostro Pianeta sta subendo un pauroso declino, ma grazie ad alcune semplici azioni quotidiane possiamo invertire questa tendenza

Oggi si celebra la Giornata mondiale della biodiversità, istituita esattamente 22 anni fa dalle Nazioni Unite. Quello della biodiversità non è affatto un concetto astratto: è una questione che ci riguarda da vicino più di quanto pensiamo. Questa, infatti, è sinonimo di vita. Più precisamente è l’insieme di tutti gli organismi viventi che vivono nei vari ecosistemi.

Purtroppo, però, la biodiversità è sempre più a rischio a causa delle attività umane. Fra le minacce più grandi troviamo la crisi climatica, lo sfruttamento selvaggio delle risorse naturali, i pesticidi e l’inquinamento, ma in realtà la lista sarebbe molto più lunga. Secondo un report realizzato dallo scorso anno dal Museo di Storia Naturale di Londra, l’integrità complessiva della biodiversità del Pianeta è scesa sotto il “limite di sicurezza” fissato al 90%. L’integrità si abbassata, pericolosamente, al 75% e questa situazione ci espone al rischio di una grave crisi ecologica.

La biodiversità dell’Italia a rischio

Il nostro Paese è uno scrigno ricchissimo di biodiversità: il suo patrimonio è tra i più significativi a livello europeo per numero totale di specie animali e vegetali.

Grazie alla sua storia geologica, biogeografica e socioculturale, nonché grazie alla sua posizione centrale nel bacino del Mediterraneo l’Italia ospita infatti circa la metà delle specie vegetali e circa un terzo di tutte le specie animali attualmente presenti in Europa. – spiega Legambiente, che ha da poco pubblicato un report in occasione della Giornata mondiale della biodiversità – Alcuni gruppi, come alcune famiglie di invertebrati, sono presenti in misura doppia o tripla, se non ancora maggiore, rispetto ad altri Paesi europei. Un livello di diversità, questo, che è anche il frutto dei molti tipi di habitat che caratterizzano il nostro Paese, composto da ambienti alpini, continentali e mediterranei, oltre a moltissime isole, particolarmente ricche di endemismi.

Tuttavia, tutta questa straordinaria ricchezza naturale sta diminuendo a ritmi molto veloci a causa delle attività umane. Gli ultimi dati dell’ISPRA, che si riferiscono al periodo compreso fra il 2013 e il 2018 non sono affatto rincuoranti. Sono risultati, infatti, in stato di “conservazione sfavorevole”

  • il 54% della flora terrestre e delle acque interne (di cui il 13% in cattivo stato di conservazione)
  • il 53% della fauna terrestre e delle acque interne (di cui il 17% in cattivo stato di conservazione)
  • il 22% delle specie marine (di cui il 17% in cattivo stato di conservazione)
  • l’89% degli habitat terrestri e delle acque interne (di cui il 40% in cattivo stato di conservazione).

Per quanto riguarda, invece, gli habitat marini, presentano uno stato di conservazione favorevole nel 63% dei casi e sconosciuto nel restante 37%.

Leggi anche: Stiamo bruciando la ricchezza della vita sul nostro Pianeta, ricordiamoci dell’Earth Day ogni giorno

Cosa possiamo fare ogni giorno per tutelare la biodiversità?

Lo stato di conservazione della biodiversità è sempre più critico, è vero, ma ognuno di noi puoi fare qualcosa a difesa degli ecosistemi. A tal proposito le Nazioni Unite, che per la 22esima edizione della Giornata mondiale della biodiversità hanno scelto lo slogan “Costruire un futuro condiviso per tutta la vita sulla Terra”, hanno stilato un elenco di azioni quotidiane che possiamo mettere in pratica:

  1. Pulisci l’ambiente che ti circonda (aiuole, spiagge, parchi)
  2. Pianta alberi e fiori nel tuo giardino e in altri luoghi
  3. Rispetta la natura: non rovinare le piante e non portare a casa sabbia o conchiglie dalla spiaggia
  4. Salva gli animali in difficoltà, contattando centri di recupero di fauna selvatica
  5. Previeni la diffusione delle zoonosi facendo attenzione all’igiene
  6. Consuma in modo responsabile (mangia cibo locale e genuino, evita gli imballaggi di plastica e ricicla)
  7. Risparmia energia (ad esempio spegnendo le luci e i dispositivi elettronici quando non ti servono)
  8. Riduci il consumo di carne
  9. Condividi i tuoi oggetti con gli altri, donando specialmente a chi ne ha bisogno
  10. Acquista prodotti con certificazione biologica
  11. Aiuta qualcuno a smettere di fumare
  12. Goditi la biodiversità urbana nei parchi della tua città e costruisci casette per attirare api e uccelli
  13. Supporta le aziende impegnate nella tutela della natura
  14. Cambia un’abitudine che è nociva per la biodiversità (ad esempio usare prodotti di plastica usa e getta)
  15. Chiedi alle aziende da cui acquisti informazioni sulla loro impronta aziendale
  16. Riduci al minimo gli sprechi (alimentari e non solo)
  17. Coltiva erbe aromatiche e verdure nel tuo orto o giardino (se ne hai uno)
  18. Sostieni le organizzazioni ambientaliste
  19. Aumenta la tua consapevolezza sulla biodiversità: informati
  20. Condividi le tue conoscenze con gli altri

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonti: UN/Legambiente

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook