Mentre gli occhi del mondo sono puntati sull’Ucraina, la crisi climatica costringe migliaia di australiani a lasciare le loro case

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dall'Australia arrivano immagini spiazzanti. La costa sud-est del Paese è alle prese con devastanti alluvioni, tra le peggiori dell'ultimo decennio

I riflettori del mondo sono accesi sul conflitto in Ucraina, dove la guerra si fa sempre più brutale e disumana. Ma c’è un’altra grande minaccia che in questi giorni sta mietendo vittime dall’altra parte del mondo, in Australia: la crisi climatica. La cost sud-orientale del Paese è letteralmente in ginocchio a causa di terribili alluvioni, che dall’inizio della settimana hanno provocato almeno 13 vittime.

Sono 200mila le persone costrette ad abbandonare le loro abitazioni, sommerse dalle acque. Le forti piogge hanno causato inondazioni in diverse città del Queensland, tra cui la capitale Brisbane, e del New South Wales, come testimoniano le immagini apocalittiche che arrivano dall’Australia:

Tantissime le persone rimaste senza corrente elettrica e le case spazzate vie dalle inondazioni. Molte famiglie si sono rifugiate sui tetti per sfuggire alla furia dell’acqua, in attesa dell’arrivo di elicotteri militari.

In pericolo anche tantissimi animali domestici e d’allevamento, travolti dalla potenza dell’acqua:

Le piogge battenti hanno fatto straripare letto del fiume Hawkesbury che scorre a nord di Sydney, la più grande città del Paese, dove vivono 5 milioni di abitanti. Straripato anche il fiume Nepean a Penrith (nel Nuovo Galles del Sud) e secondo le autorità se le piogge dovessero continuare senza tregua potrebbero causare un’inondazione gigantesca, la peggiore degli ultimi 60 anni.

In tutta la costa sud-orientale del Paese sono state oltre 6mila le richieste d’aiuto da parte di famiglie bloccate in casa o per strada. Il premier del New South Wales Dominic Perrottet ha descritto questa situazione catastrofica come un “evento su mille anni”, affermando che le squadre di emergenza hanno effettuato più di 1.000 soccorsi nella regione.

Ma la verità, purtroppo, è che questi eventi meteorologici estremi saranno sempre più frequenti in Australia e nel resto del mondo. La crisi climatica sta galoppando più veloce della nostra capacità di adattamento, come confermato il report pubblicato qualche giorno fa dall’IPCC.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: CBC/Dominic Perrottet (Twitter)

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook