Abbiamo appena scoperto che le microplastiche sono anche nei pacchi di zucchero venduti nei supermercati in Bangladesh

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ci sono particelle di plastica nel mio zucchero? Uno studio pionieristico dal Bangladesh sull'identificazione/caratterizzazione delle microplastiche negli zuccheri commerciali e sulla valutazione del rischio apre un nuovo fronte da esplorare con ulteriori ricerche in tutto il mondo. Per via del dolcificante che utilizziamo tutti i giorni, gli esperti ipotizzano che si ingerisca all'incirca 10 tonnellate di microplastiche all'anno

Ingeriamo più microplastiche di quanto crediamo e l’ennesima inquietante conferma è arrivata da uno studio portato avanti dalla Jahangirnagar University in Bangladesh che ha rilevato un’alta contaminazione da microplastiche in 5 marche di zucchero e altri due campioni analizzati. Il team avrebbe scelto di non rendere noti i nomi delle marche e delle aziende.

Per sei mesi i ricercatori hanno condotto differenti test su dello zucchero acquistato nella capitale Dacca. In ogni chilogrammo di zucchero hanno trovato una media di 343,7 microplastiche. Le minuscole particelle inquinanti sono state infine classificate. La maggior parte misura meno di 300 micrometri ed è di colore rosa, marrone, blu e nero.

Gli esperti suggeriscono che la contaminazione sia potuta avvenire nell’impianto di produzione, questa è l’ipotesi più accreditata.

Le particelle di plastica potrebbero essere entrate nello zucchero durante il confezionamento o la lavorazione. È probabile che siano presenti anche nello zucchero importato. Quindi, penso che dobbiamo stare molto più attenti,

ha affermato Mostafizur Rahman, autore principale dello studio che a breve sarà pubblicato sulla rivista Science of the Total Environment.

Le microplastiche rappresentano un problema globale poiché ogni Paese, ogni lago, ogni terreno ne é interessato. Mentre però i rischi per l’ambiente sono più che noti, non si sa ancora fino a che punto queste particelle possano essere pericolose per la salute umana. Probabilmente molto più di quanto si possa immaginare.

Basti pensare che quando ingeriamo questi microscopici materiali plastici, nel nostro organismo entrano anche altre sostanze chimiche come il PVC, il PET o il nylon. Questi sono solo alcuni degli elementi che le compongono.

I ricercatori stimano infatti che l’inquinamento da microplastiche nello zucchero provochi solamente nella città di Dacca dalle 2,4 alle 25,6 tonnellate l’anno di particelle plastiche disperse nell’ambiente. Di questi valori 10,2 tonnellate sarebbero ingerite mediamente ogni anno dagli abitanti della capitale del Bangladesh.

Fonte: SSRN Papers

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook