L’ondata di calore non risparmia il mare: il Mediterraneo è più caldo di 5 gradi, l’anomalia termica fa paura

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le ondate di caldo non incidono solo sulla vita sulla terraferma, anche le acque del Mar Mediterraneo sono influenzate dalle recenti temperature estreme. Una vera e propria anomalia e un altro angoscioso allarme

Un grado di anomalia termica del Mediterraneo con +3° C e punte di +5° C rispetto alla media. L’ennesimo dato devastante che contrassegna questa ondata di calore estremo su mezza Europa.

Secondo Copernicus, il 19 giugno scorso la temperatura superficiale del mare lungo le coste di Spagna e Italia mostrava un’anomalia di +5°C.

L’immagine ottenuta dagli scienziati impegnati nel Servizio di monitoraggio dell’ambiente marino di Copernicus (CMEMS) mostra proprio l’anomalia della temperatura della superficie del mare (SST) registrata domenica 19 giugno 2022 sul Mar Mediterraneo, soprattutto lungo le coste di Spagna, Francia e Italia.

Sono 5 i gradi Celsius in più rispetto alla media del periodo, aumento tale che non può non avere conseguenze sugli equilibri degli ecosistemi marini. Gli effetti devastanti degli eventi climatici estremi che colpiscono le nostre coste, infatti, insieme alla conseguente proliferazione di alghe e funghi, minacciano tutta la biodiversità. Anche la salute dei nostri mari è in grave pericolo.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Copernicus

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook