Uragano Mediterraneo: sulla Sicilia caduta in 48 ore la pioggia di 6 mesi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ecco il carrello smart per la spesa

L’uragano Mediterraneo si sta abbattendo sulle regioni meridionali, con danni ingenti alle infrastrutture e alle persone

Sulle regioni del Sud Italia si sta abbattendo in queste ore uno dei più gravi disastri ambientali della storia recente: si tratta di un vero e proprio uragano che sta devastando le regioni di Sicilia e Calabria, provocando forte maltempo, piogge torrenziali e rischi alluvionali. In poche ore, sono cadute le piogge di un semestre, e questo ha provocato allagamenti nelle strade nonché gravi danni alle abitazioni e alle infrastrutture.

Ieri sera un uomo di 67 anni e sua moglie di 54 sono stati dichiarati dispersi a Scordia, nella Piana di Catania, dopo essere stati avvistati l’ultima volta a bordo della loro auto travolta poi dalla furia dell’acqua: il cadavere dell’uomo è stato rinvenuto stamattina in un agrumeto lontano dalla zona dell’ultimo avvistamento, mentre si cerca ancora la moglie. Proprio a Catania i danni e gli allagamenti sono stati ingenti, per questo il sindaco ha disposto la chiusura di scuole, parchi e cimiteri, invitando tutti a non uscire di casa. A Trapani, invece, i Vigili del Fuoco hanno tratto in salvo quattro uomini (due tedeschi, un ecuadoriano e un italiano) rimasti intrappolati dal rigonfiamento del fiume caldo che attraversa le Terme Segestane sul versante del Comune di Castellammare del Golfo.

Anche in Calabria si registrano piogge intense e vento forte, ed è stata dichiarata l’allerta rossa a livello regionale: a Crotone sono state evacuate in via preventiva una ventina di famiglie poiché le case in cui abitano sorgono lungo un torrente, mentre a Cosenza la forte pioggia ha profondamente danneggiato l’acquedotto, attualmente fuori uso per mancanza di corrente elettrica. Scuole chiuse in gran parte delle città della regione.

Il maltempo interesserà gran parte del nostro paese nei prossimi giorni: dopo i primi giorni della settimana in cui proseguirà lo stato di emergenza nelle regioni del sud, la seconda parte della settimana (fra mercoledì 26 e sabato 30 ottobre) il maltempo si sposterà verso il centro-nord, dove sono previste piogge forti (con rischio di alluvioni) e persistenza di venti sostenuti.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Protezione Civile Calabria / Protezione Civile Sicilia

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook