Cop26 oltre la deadline, i colloqui superano la data di scadenza e la pressione aumenta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lo stallo ha allungato il vertice oltre la sua fine programmata con la speranza che i leader raggiungano un accordo almeno entro oggi.

Lo stallo ha allungato il vertice sul clima oltre la fine programmata con la speranza che i leader raggiungano un accordo almeno entro oggi. Ai delegati viene detto che devono raggiungere un accordo o le generazioni future saranno costrette a una violenta competizione per le risorse

I bambini nati oggi combatteranno tra loro per cibo e acqua nel 2050 se il vertice sul clima Cop26 fallisce. Lo dicono esperti e delegati esausti, mentre i negoziatori litigano sui dettagli finali di un potenziale accordo.

La scadenza per la conclusione dei colloqui di quindici giorni è arrivata e siamo pure oltre: la posta in gioco è la possibilità di mantenere il riscaldamento globale a 1,5°C sopra i livelli preindustriali, il più duro dei due obiettivi dell’accordo di Parigi del 2015 e un “planetary boundary”, un “confine planetario” , oltre il quale le devastazioni del crollo climatico diventeranno rapidamente catastrofiche e irreversibili.

Prevedo riunioni plenarie formali nel pomeriggio per adottare decisioni e chiudere la sessione sabato, ha affermato il presidente della Cop26, Alok Sharma, mentre il vicepresidente della Commissione europea, Frans Timmermans, non ha mezze misure: “s falliremo [mio nipote di un anno] combatterà con altri esseri umani per acqua e cibo. Questa è la cruda realtà che affrontiamo. Quindi 1,5C significa evitare un futuro invivibile per i nostri figli e nipoti.

Ma basterà? Non ne è tanto convinto il capo della delegazione di Tuvalu, nazione insulare del Pacifico, è stato acclamato quando ha avvertito che il suo Paese stava sprofondando sotto le acque. Il rappresentante del Kenya ha avvertito che il riscaldamento di 1,5°C in media in tutto il mondo potrebbe equivalere a 3°C in molte parti dell’Africa, un aumento che causerebbe frequenti ondate di calore e siccità devastanti.

Leggi anche: Cop26, il ministro di Tuvalu con le gambe nell’acqua ci ricorda che di questo passo “annegheremo” tutti

Vedremo, insomma, nelle prossime ore cosa ci dirà il tanto atteso documento finale.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi tutto sulla Cop26:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook