Se hai l’asciugatrice in casa, segui questi “trucchetti” per risparmiare energia (e soldi)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vi sveliamo alcuni trucchetti utili per usare al meglio l'asciugatrice senza dover pagare bollette energetiche esorbitanti

L’asciugatrice può rivelarsi un elettrodomestico molto utile – soprattutto nella stagione invernale o quando piove, e asciugare i panni all’aria sembra un’impresa impossibile. Tuttavia, si tratta di una “comodità” che può tradursi in bollette energetiche molto salate (in particolare in questo periodo), se non usata con saggezza.

Se abbiamo scelto di comprare un’asciugatrice, assicuriamoci di leggere accuratamente l’etichetta energetica al momento dell’acquisto: tutti gli elettrodomestici, infatti, sono classificati in una scala che va dalla A alla E in base alla loro efficienza energetica – dove A rappresenta il massimo grado di efficienza (e quindi di risparmio) ed E il minimo grado. Investire in un’asciugatrice ad alta efficienza energetica, oltre a inquinare meno, ci farà consumare meno energia e risparmiare non pochi soldi in bolletta. Se invece abbiamo già un’asciugatrice a casa ma vogliamo iniziare ad utilizzarla in modo più oculato, possiamo mettere in pratica qualche utile “trucchetto”:

  • Usare bene la centrifuga della lavatrice. Centrifugare al massimo i panni nella lavatrice permetterà di strizzarli meglio e di eliminare buona parte dell’acqua trattenuta – in questo modo l’asciugatura sarà più facile e veloce.
  • Avviare l’asciugatrice solo a pieno carico (e non oltre). Caricarla troppo poco, inserendovi pochi panni, rappresenta un inutile spreco di energia, ma anche sovraccaricare il cestello non è una scelta oculata: l’asciugatura che deriverà da un cestello troppo pieno non sarà perfetta, e la macchina dovrà “faticare” più del normale, consumando così più energia.
  • Scegliere il programma adatto. Raggruppare la biancheria da asciugare per tipo e tessuto e utilizzare il programma che meglio si adatta a ciò che abbiamo inserito nel cestello: in questo modo si eviteranno cicli di asciugatura troppo lunghi e dispendiosi in termini energetici. Attenzione, in particolare, alla funzione antipiega, di cui molte asciugatrici dispongono: può rivelarsi davvero dispendiosa in termini di consumo energetico, quindi meglio farne a meno il più possibile.
  • Fare manutenzione. L’asciugatrice, perché funzioni al meglio, va curata e ben tenuta: dietro lo spreco di energia si nascondono spesso malfunzionamenti e anomalie. Ecco perché è importante svuotare periodicamente la vaschetta per la raccolta della condensa e pulire il filtro (basterà estrarlo dal suo cassetto e pulirlo sotto l’acqua corrente). I residui di sporco e la lanugine derivante dai panni messi ad asciugare rappresentano un ostacolo al funzionamento della macchina che può portare a consumare più energia.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook