Queste tegole solari possono essere montate sulle case come dei normali tetti. E forniscono energia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In arrivo tegole solari che si inchiodano l’una all’altra formando “direttamente” il tetto della casa. Per ora solo negli Usa

Come conservare al meglio le fragole

Energia solare direttamente dal tetto? La soluzione potrebbe essere quella proposta dalla Gap Energy: le tegole solari che si inchiodano l’una all’altra, formando “direttamente” il tetto della casa.

Non è di certo il primo tentativo di tetto solare: persino Tesla aveva lanciato poco più di due anni fa un’opzione che prometteva efficienza e semplicità. Ma era costituita comunque di pannelli fotovoltaici integrati nella struttura. E in generale tutte le soluzioni proposte in precedenza richiedevano come minimo dei binari su cui montare le tegole.

Leggi anche: Tesla lancia il tetto solare di terza generazione: tegole fotovoltaiche economiche e alla portata di tutti

Quello di cui ora si parla è una tegola solare già costruita per costituire il pezzo di tetto, da inchiodare con la successiva fino a formare la rete di protezione superiore dell’abitazione.

Timberline Solar™ protegge e si installa come un normale tetto – si legge infatti il sito della compagnia – E ha pure un bel design: linee eleganti e uniformi, nessun pannello solare ingombrante, solo tegole che proteggono la tua casa e generano elettricità pulita. È un tetto a energia. È molto semplice

Questo meccanismo ridurrebbe anche di molto i tempi di montaggio, da settimane a pochi giorni.

Li abbiamo installati già in due giorni, smantellamento del vecchio tetto e l’installazione del nuovo compresi

spiega a The Verge Martin DeBono, presidente di Gaf Energy

tegole solari che si inchiodano l'una all'altra

©Gaf Energy

Stando a quanto riferito dai vertici aziendali, i Timberline Solar sono i primi prodotti a ricevere la certificazione UL 7103 per fungere sia da pannelli solari che da materiali da costruzione, grazie a uno speciale sandwich di vetro, celle solari in polisilicio e strato superiore di un polimero etilene alcano fluorurato brevettato ignifugo, resistente agli urti e alla grandine, strutturato per essere calpestabile e ancora abbastanza trasparente da lasciar passare la luce.

Tutto perfetto dunque? Ovviamente no, c’è il “ma”.

Costerà come se dovessi ottenere un nuovo tetto e metterci il solare – spiega ancora DeBono. Ma poiché ci sono decisamente più persone che stanno più costruendo tetti nuovi rispetto a quelle che aggiungono il solare sugli esistenti – 5 milioni all’anno contro 300.000 all’anno – c’è una grande opportunità per qualcuno di aggiungere energia rinnovabile integrata

Immaginiamo quindi che i costi in effetti potrebbero essere più alti.

I nuovi pannelli solari Timberline sono ora disponibili sulla costa orientale degli Stati Uniti e in Texas, ma non ancora in California né in Florida. Saranno necessari circa 90 giorni per essere tra quelli elencati dalla California Energy Commission e forse da quattro a cinque mesi per la Florida.

Non sappiamo ancora se e quando potremo vederli in Europa.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Gaf Energy / The Verge  

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook