Questo pavimento si chiama SUNPave: è fotovoltaico, calpestabile e può alimentare aria condizionata, illuminazione e frigoriferi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lo speciale pavimento fotovoltaico calpestabile sarà testato per la prima volta in un’area di 50 mq attorno all’Al Thumama Stadium ed è forse l'unica chicca di sostenibilità in questo mare davvero poco green e inclusivo che sono i Mondiali in Qatar

È quasi un controsenso se si considera che i Mondiali che stanno per iniziare in Qatar non sono per nulla green. Basti pensare che, per irrogare tutti quei campi di calcio, si procederà a una lunga e costosissima, anche e soprattutto in termini ambientali, desalinizzazione dell’acqua marina.

Eppure, proprio in occasione del torneo calcistico dell’anno, verranno sperimentati dei nuovi pannelli solari creati appositamente per lavorare in climi caldi e aree sovraffollate.

Si tratta delle piastrelle fotovoltaiche SUNPav, in grado di adattarsi a coperture e facciate edilizie, marciapiedi, piattaforme galleggianti e persino ai binari ferroviari. È in pratica un pavimento fotovoltaico calpestabile nato nel 2017 dal progetto internazionale PVTopia, che aveva l’obiettivo di realizzare un prodotto su misura per la regione MENA (“Medio Oriente e Nordafrica”), in grado di resistere perfettamente i climi caldi locali senza perdere di efficienza.

Un pavimento fotovoltaico calpestabile per i Mondiali

L’iniziativa, lanciata da un gruppo di ricercatori dell’Università di Alessandria e di Glasgow Caledonian, ha realizzato il primo prototipo da 1 kW nel 2019 in Egitto, poco dopo la registrazione del brevetto per fondare la società SUNPave. Ma la prova del fuoco è arrivata quest’anno vincendo la convocazione per i Mondiali 2022 in Qatar.

Gli organizzatori erano alla ricerca di progetti innovativi che potessero fornire al campionato nuove fonti di energia rinnovabile e così SUNPave è stato selezionato e lo speciale pavimento fotovoltaico calpestabile sarà testato per la prima volta in un’area di 50 mq nelle biglietterie dello stadio Al Thumama, uno degli otto stadi dove si terranno i Mondiali di calcio 2022.

La quantità di energia che le piastrelle installate in questo spazio possono generare, spiega ai media locali il co-fondatore di SUNPave, Mohamed AlGammal, è sufficiente per alimentare un trilocale, compresi tutti i servizi come aria condizionata, illuminazione e i frigoriferi. Come in tutti i progetti di questo tipo, la caratteristica numero uno delle piastrelle è l’elevata resistenza meccanica, oltre ovviamente alle proprietà antigraffio, antiscivolo e antiriflesso.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: PVTopia

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook