L’energia eolica supera per la prima volta carbone e nucleare negli USA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ha prodotto più elettricità del carbone e del nucleare: è l’eolico, che negli States ha raggiunto un traguardo storico. E ancora una volta ci fa pensare che la scommessa delle rinnovabili si vincerebbe anche qui a mani basse

Il 29 marzo scorso, negli Stati Uniti, le turbine eoliche hanno prodotto più elettricità del carbone e del nucleare: lo afferma la US Energy Information Administration, l’agenzia che raccoglie statistiche sull’energia per il governo, secondo cui il mese scorso quella eolica è stata la seconda fonte di produzione di elettricità negli USA, dove il gas naturale è ancora la principale fonte di produzione di elettricità

Mentre in passato l’elettricità eolica è andata oltre il carbone e il nucleare in giorni distinti, questa è stata la prima volta che l’eolico ha superato entrambi nello stesso giorno: il 29 marzo, infatti, le turbine eoliche hanno coperto il 19% del fabbisogno nazionale giornaliero, superando le porzioni energetiche generate dal nucleare e dal carbone, entrambe ferme al 17%.

In sostanza, sono stati prodotti 2.017 gigawattora (GWh) di elettricità, rendendo l’eolico la seconda fonte di generazione elettrica della giornata, solo dietro al gas naturale. La crescita costante della capacità installata delle turbine eoliche negli Stati Uniti ha portato a una maggiore generazione di elettricità eolica.

eolico usa

©EIA

Nel settembre del 2019, la capacità eolica degli Stati Uniti aveva superato la capacità nucleare, ma l’eolico ha comunque generato meno elettricità del nucleare a causa delle differenze nell’utilizzo di tali tecnologie.

Il fattore di capacità medio dei generatori eolici statunitensi (35% nel 2021) è inferiore al fattore di capacità medio dei generatori nucleari (93% nel 2021), che sono progettati per funzionare a piena potenza o quasi , cosa che in genere fanno.

eolico usa

©EIA

Secondo le rilevazioni dell’EIA, infine, in primavera e in autunno i generatori nucleari e il carbone riducono la propria produzione di energia perché la domanda tende a essere inferiore: anche per questo, pare, le turbine hanno creato più elettricità in quella data. Un’ottima notizia, insomma, considerando comunque il fatto che negli States le turbine eoliche sono al momento la terza fonte di capacità di generazione negli Stati Uniti, dietro ai generatori a gas naturale e ai generatori a carbone.

Non c’è in ogni caso bisogno di finire oltre oceano per avere esempio di come puntare – e bene – sulle rinnovabili. Solo la settimana scorsa la Germania, sotto la spinta della guerra in Ucraina, ha dichiarato di puntare al 100% di rinnovabili entro il 2035, con il piano presentato dal Governo chiamato Pacchetto di Pasqua.

E in Italia a che punto siamo?

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: EIA

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook