E-cat: versione definitiva e lista dei licenziatari. La fusione fredda di Rossi è pronta per presentarsi al mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Rossi annuncia che presto l'E-Cat verrà presentato ufficialmente e invita i (pochi) paesi del mondo che ancora non l'hanno fatto ad assicurarsi la licenza, primi tra tutti Russia e Giappone

E-Cat. Le discussioni a distanza sulla fusione fredda con gli scettici australiani capitanati da Dick Smith hanno fatto emergere la volontà di Rossi di non scendere a compromessi, e di essere piuttosto avanti rispetto alle “speculazioni” sui test sul suo catalizzatore. Al punto da sollecitare gli investitori a farsi avanti, soprattutto in Russia e Giappone per l’acquisto dell’E-Cat da 1 MW.

Probabilmente, la scarsa serietà con cui è stata accolta la sua invenzione in Australia ha convinto Rossi a chiarire alcuni punti riguardanti la politica della Leonardo Corporation in merito alle licenze commerciali.

Diamo esclusive licenze commerciali per territori limitati. Quando le persone interessate ci chiedono una licenza commerciale per vendere gli E-Cats facciamo un’offerta. Il prezzo della licenza dipende da molti fattori, riguardanti il territorio. Se le persone interessate concordano col testo che proponiamo, inviamo la bozza dell’accordo, che ovviamente è coperto da NDA. Delle persone che poi non rispettano l’NDA, si occupano i nostri avvocati. Dopo che gli interessati hanno firmato l’accordo, inviamo loro una fattura, ma l’accordo è considerato valido solo dopo che il pagamento del canone viene effettuato, entro il termine concordato. Se il pagamento non viene fatto, il contratto scade” ha spiegato Rossi.

Altro che test. L’ingegnere ormai si è lasciato alle spalle le dimostrazioni sul suo E-Cat, visto che a quanto pare, ha già convinto chi di dovere: “Devo aggiungere che praticamente in tutti i territori del mondo sono già state concesse le licenze. Presto organizzeremo una convention con tutti i nostri licenziatari, per la presentazione dell’E-Cat, nella forma finale in cui sarà commercializzato, e in quell’occasione daremo l’elenco completo di tutti i nostri licenziatari”.

A tal proposito, invita Russia e Giappone a farsi avanti, visto che per i due paesi non è stato ancora trovato un accordo.

Timeo Danaos Et Dona Ferentes. Con questa frase latina, che significa sostanzialmente “diffida da chi vuol farti un regalo”, Rossi risponde poi ai commenti sull’offerta da 1 milione di dollari degli scettici australiani: “Ciò che mi spaventa di tali soggetti è la facilità con cui scommettono i milioni. Io vengo da una famiglia in cui il denaro è sempre stato difficile da guadagnare, e quello che ho imparato da mio padre è che per farlo occorre lavorare duro”.

E il lavoro nobilità l’uomo.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook