Come usare saggiamente i termosifoni (senza sprecare energia e soldi)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vediamo insieme qualche piccolo accorgimento per usare i termosifoni senza far lievitare i costi della bolletta energetica a fine mese

Vediamo insieme qualche piccolo accorgimento per usare i termosifoni senza far lievitare i costi della bolletta energetica a fine mese

Il maltempo è ormai arrivato e, con esso, anche un brusco abbassamento delle temperature che ci costringe ad accendere i termosifoni nei nostri appartamenti. I caloriferi rappresentano senza dubbio una comodità di vitale importanza in queste giornate fredde e piovose, ma contribuiscono al consumo energetico domestico: un uso sconsiderato, quindi, può trasformarsi in una bolletta molto salata da pagare alla fine del mese. Possiamo però adottare qualche piccolo stratagemma per evitare che il rassicurante tepore del termosifone abbia un retrogusto amaro.

  • Accendere i termosifoni solo se necessario. Sembra scontato e banale, ma è bene ribadirlo: prima di girare la manopola del termostato, chiediamoci se abbiamo davvero bisogno del riscaldamento o se possiamo tamponare il freddo chiudendo semplicemente le finestre o indossando un maglione in più. Spesso accendiamo i termosifoni per abitudine, anche se magari non fa così freddo.
  • Pianificare lo spegnimento dei termosifoni. Se il nostro termostato lo permette, possiamo attivare un timer di spegnimento automatico dell’impianto, in modo da decidere in anticipo il tempo di utilizzo dei termosifoni per evitare sprechi inutili di energia. Oppure, possiamo impostare una sveglia (anche sul nostro cellulare) che ci ricordi che è arrivato il momento di spegnere!
  • Liberare i caloriferi. Tutto ciò che si trova davanti al termosifone è un impedimento alla diffusione di calore nell’appartamento: via quindi tende pesanti, capi d’abbigliamento lasciati ad asciugare (QUI qualche trucco per asciugare i panni in casa quando fuori piove senza conseguenze per la nostra salute) e copritermosifoni – solo così potremo sfruttare al massimo la potenza dei nostri caloriferi.
  • Arieggiare casa (ma con saggezza). È buona norma, anche quando fa freddo, aprire finestre e balconi e far entrare aria fresca dall’esterno, per evitare la proliferazione dei batteri in casa e scongiurare il rischio di malattie. Tuttavia, non facciamolo quando abbiamo i termosifoni accesi – altrimenti tutto il calore finirà fuori dalla finestra. Inoltre, meglio sfruttare le ore più calde della giornata – ovvero quelle centrali – per permettere il ricambio dell’aria nell’appartamento: in questo modo non entrerà troppa aria fredda che abbasserà la temperatura interna, costringendoci all’accensione dei termosifoni.
  • Occhio alla temperatura. Un’altra cosa a cui spesso non si fa caso è la temperatura impostata sul termostato: anche un solo grado in meno può costituire un risparmio energetico (ed economico) fino al 6%, con una percezione per noi quasi insignificante. La temperatura ideale per il nostro benessere dovrebbe essere di 21°C: in questo modo staremo caldi in casa, ma eviteremo uno shock termico troppo eccessivo quando usciremo fuori. Se il nostro impianto lo permette, è buona norma regolare la temperatura di ogni singolo calorifero in base alla sua posizione nell’appartamento: per esempio, possiamo tenere a una temperatura più bassa i termosifoni posizionati nel corridoio o nelle stanze che usiamo meno, e sfruttare maggiormente quelli situati in stanze dove siamo più presenti.
  • La manutenzione è importante. Oltre a essere imposta dalla legge (ricordiamo che, per chi non effettua la manutenzione del proprio impianto, è prevista una multa a partire da 500 euro, come descritto nel DPR 74/2013), la manutenzione della caldaia e dell’impianto di riscaldamento è importante anche per il buon funzionamento dei termosifoni. Durante l’estate, infatti, potrebbero formarsi bolle d’aria nelle tubature che impediscono il corretto funzionamento dei caloriferi: un rapido controllo prima di ricominciare a usare i riscaldamenti (fatto con l’aiuto di un esperto) ci permetterà di trarre il massimo dal nostro impianto.

Leggi i nostri trucchetti per una corretta manutenzione dei TERMOSIFONI.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook