UE: 114 milioni di euro per gli enti locali impegnati sul fronte ambientale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A beneficiarne saranno gli enti locali - autorità municipali, provinciali o regionali - ma anche strutture private. Sono infatti questi i destinatari di un ammontare di circa 114 milioni di euro che la Commissione Industria del Parlamento europeo ha deciso di ridistribuire a favore dei progetti locali che fanno bene all’ambiente e allo stesso tempo generano lavoro.

A beneficiarne saranno gli enti locali – autorità municipali, provinciali o regionali – ma anche strutture private. Sono infatti questi i destinatari di un ammontare di circa 114 milioni di euro che la Commissione Industria del Parlamento europeo ha deciso di ridistribuire a favore dei progetti locali che fanno bene all’ambiente e allo stesso tempo generano lavoro.

Migliorare l’impatto ambientale di servizi quali il trasporto pubblico, illuminare le strade sfruttando fonti rinnovabili, riqualificare gli edifici pubblici, puntare in generale a soluzioni più ecologiche, sono infatti strategie che vanno incontro alla salvaguardia dell’ambiente, ma si rivelano anche scelte utile a creare continuamente la necessità ed il successivo impiego di manodopera, senza peraltro ricorrere alla delocalizzazione delle varie attività in questione.

Per questi motivi, dall’Unione Europea arriva il via libera alla ridistribuzione del budget derivante dai fondi non spesi nel programma energetico europeo per la ripresa del 2009, programma il cui bilancio prevede circa 4 miliardi di euro, destinati al finanziamento di progetti quali la nascita di parchi eolici e impianti di cattura e stoccaggio del carbone.

Anna Tita Gallo

Per maggiori informazioni scarica il documento in pdf

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook