Dalle comunità energetiche all’eolico offshore: il presente è rinnovabile e va in scena a Key Energy 2022

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A Rimini torna Key Energy, la Fiera Internazionale per l'energia e la mobilità Sostenibile. Numerose e sorprendentemente attuali le tematiche affrontate nel corso dell'evento (giunto alla 11esima edizione): dall'uso dell'idrogeno all'energia eolica, passando per le Comunità Energetiche

Mancano pochissimi giorni per l’inaugurazione di Key Energy 2022, l’evento di riferimento per le energie rinnovabili e la mobilità sostenibile. Quest’anno, la manifestazione è particolarmente attesa, dato che la crisi energetica è diventata una delle sfide più urgenti da affrontare per l’Europa.

La fiera internazionale è in programma dall’8 all’11 novembre al Quartiere fieristico di Rimini e si svolgerà in contemporanea con la 25esima edizione di Ecomondo e gli Stati Generali della Green Economy (8-9 novembre).

Particolarmente attuali le tematiche saranno affrontate nel corso dei numerosi appuntamenti in programma: dal fotovoltaico all’eolico, passando per la mobilità elettrica e l’idrogeno. Grande spazio verrà dato, come sempre, all’efficienza energetica, con tecnologie e soluzioni per un uso intelligente delle risorse energetiche in ambito industriale.

Una delle chicche dell’evento sarò il progetto speciale Sustainable City, che racconta l’evoluzione delle città in chiave di digitalizzazione e rigenerazione urbana.

Gli imperdibili appuntamenti con il mondo delle rinnovabili

Alle energie rinnovabili sarà dedicato grande spazio: molto ricco il panel dei convegni sul fotovoltaico e sull’eolico, organizzato  dalle associazioni di categoria. Tra queste spicca Italia solare, che discuterà anche di un protagonista futuro dell’energia: la generazione distribuita.

A Key Energy verranno accesi i riflettori sulle Comunità Energetiche, che rapprestano un modello virtuoso basato sulla produzione e condivisione di energia pulita e rinnovabile (ma che devono ancora fare i conto col grande ostacolo della burocrazia). Se ne parlerà nel corso dell’incontro “Comunità energetiche: obiettivi e progetti in partenza con il recepimento del Decreto Legislativo 199/2021” (in programma l’8 novembre), organizzato in collaborazione con Coordinamento FREE e Legambiente, ma anche nel corso del convengo “Interessanti novità rinnovabili: Sun Belts e altro” (in programma il 9 novembre), che si concentrerà su quelle aree agricole o industriali dove poter installare impianti rinnovabili derivanti dal decreto legge 17/2022.

A circa un anno dalle prime esperienze pilota, verrà invece fatto il punto sui territori e sulle evoluzioni normative in “Piccoli Comuni e Comunità Energetiche, a che punto siamo?”(in programma l’11 novembre), a cura de I Borghi più Belli d’Italia.

Anche l’eolico avrà un ruolo da protagonista, in particolare il 9 novembre. In questa giornata ANEV (Associazione nazionale energia del vento) terrà due incontri incentrati sul settore: la mattina sarà la volta di “Eolico offshore in Italia”, il pomeriggio toccherà a “Semplificazione per nuovi progetti e rifacimenti nel settore eolici”, in cui verrà affrontato il tema delle autorizzazioni.

Decisamente più pratico sarà, invece, l’incontro organizzato dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco che tratterà il controverso tema  “Sicurezza antincendio negli edifici con sistemi fotovoltaici. Il comportamento all’incendio dei tetti FV: contesto internazionale e nazionale” (in programma l’8 novembre).

Key Energy punta a scommettere anche sull‘idrogeno, che può agevolare il processo di decarbonizzazione e sta guadagando sempre più interesse nel nostro Paese. Sulla tematica sono due gli appuntamenti da segnalare a Rimini: “La sfida dell´idrogeno: quali opportunità per la filiera industriale italiana e quali le iniziative promosse dalla strategia energetica del Paese” (9 novembre), a cura di H2IT, ENEA, ANIE, e “Idrogeno: costruzione della filiera e strategie di internazionalizzazione. Il progetto europeo H2GLOBAL” (10 novembre), organizzato da Clust-ER Greentech e H2IT; durante quest’ultimo incontro si affronterà l’obiettivo del progetto di contribuire al posizionamento dell’Europa come leader industriale e tecnologico nell’economia globale dell’idrogeno verde.

Gli incontri internazionali

Key Energy verrà inaugurato  l’8 novembre con un grande convegno dedicato agli “Scenari energetici dirompenti per l’Italia”, a cura del Comitato Tecnico Scientifico, che affronterà la rapidissima crescita delle rinnovabili e la crescente attenzione alla riduzione dei consumi di energia.

Per quanto riguarda, invece, gli incontri di carattere internazionale, si segnala il 9 novembre “Pitch session with EU funded projects with sustainable solution”, curato dalla Commissione Europea con i Comitati Tecnico Scientifico di Ecomondo e Key Energy, e “EU funding for green projects – a world of possibilities”, in programma il 10 novembre.

Invece, alle opportunità offerte dal mercato cinese sarà dedicato l’incontro “Climate Change Perspectives: the path of China” del 9 novembre). Un altro interessante appuntamento per il business africano è poi “Africa Green growth” (10 novembre), a cura di Res4Africa. Infine, per il settore dell’accumulo si terrà l’incontro “Beginning of C&I Energy Storage Era in Europe: Market Assessment, Potentials & Business Models”, organizzato da IBESA (International Alliance for Battery and Energy Storage).

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: KEY ENERGY

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook