Come evitare il caldo mentre cammini? A Barcellona l’app che ti segnala i percorsi pedonali in ombra

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A Barcellona nasce un'app che segnala i percorsi pedonali in ombra, per evitare il caldo estremo durante le passeggiate.

Come conservare al meglio le fragole

A Barcellona è nata l’app “Cool Walks” che segnala ai cittadini i percorsi pedonali in ombra, in modo da evitare le zone più calde. Uno strumento utilissimo approvato dal Comune nell’ambito del “Piano per il Clima”, pensato per affrontare su più fronti il cambiamento climatico, da cui dipendono le sempre più elevate temperature estive. 

L’app può essere impostata in modi diversi a seconda delle preferenze, scegliendo percorsi a piedi più diretti, percorsi più ombreggiati o addirittura impostando la modalità vampiro, ideale per chi il sole proprio non lo sopporta! Modalità, quest’ultima, creata dal team “dopo aver bevuto qualche birra di troppo“, come ha dichiarato scherzando il direttore dei progetti ambientali presso la Barcelona Regional, Marc Montlleo. 

Ma come funziona Cool Walks? L‘app sfrutta lo strumento “Lidar”, che permette di creare modelli ad alta risoluzione: le informazioni raccolte vengono combinate con i dati provenienti dalla luce solare, e in questo modo l’applicazione riesce a individuare le zone in ombra nei vari momenti della giornata.

Albert Carbonell, uno degli sviluppatori dell’app, ha dichiarato al Guardian che questa app dimostra “che è possibile trovare soluzioni tecnologiche per il cambiamento climatico“. Ha inoltre aggiunto di non conoscere “molte città che si occupano di percorsi pedonali” e che si tratta quindi di una novità molto interessante. 

A Barcellona, dove la temperatura media di luglio e agosto è di 84 gradi Fahrenheit (circa 29°C) durante il giorno, uno strumento simile fa davvero comodo. E sicuramente sarebbe utilissimo in molte altre città del mondo. 

Nel frattempo Barcellona ha anche avviato un progetto di piantumazione, sempre per mitigare l’aumento delle temperature. Il progetto si chiama “Tree Master Plan” e il suo obiettivo è incrementare il terreno coperto da alberi almeno del 30% entro il 2037. 

FONTI: bcnregional

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook