L’Australia ha appena approvato la prima legge sul clima con l’obiettivo ambiziosissimo di emissioni zero entro il 2050

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il passaggio della legge è stato salutato come la fine di un decennio di inazione: qui, infatti, i tentativi di legiferare sull’azione per il clima sono stati rovesciati da diversi primi ministri. Tutto il mondo è paese?

Come conservare l'avocado

Dopo 11 anni l’Australia aggiorna la sua legge sul clima e fissa obiettivi climatici più ambiziosi, segnando così una svolta dopo che i Governi di Turnbull e Morrison si erano ripetutamente rifiutati di aumentare i target di riduzione delle emissioni. Entro la fine del decennio, le emissioni del Paese dovranno calare del 43%.

Giovedì scorso, infatti, il parlamento australiano ha approvato una legge governativa che sancisce l’impegno a ridurre le emissioni di carbonio del 43% entro il 2030 (anche se secondo il Climate Action Tracker è un valore “quasi sufficiente”, che dovrebbe passare al 57% per essere compatibile con gli 1,5 gradi, è già un grossissimo passo in avanti) e a zero entro il 2050.

Una legge che ha segnato un primo passo nell’azione per il clima da quando il partito laburista ha preso il potere a maggio, sconfiggendo un governo conservatore battezzato più volte come un ritardatario globale nella battaglia contro il cambiamento climatico.

Il decennio delle guerre per il clima è finito, twitta infatti il ministro dell’Ambiente, Tanya Plibersek, in riferimento a quanto fosse diventata accesa e divisiva la questione.

Un po’ come accade in Italia, dove il passaggio alle fonti rinnovabili – per dirne una – è figlio di gravissimi ritardi.

La nuova legge arriva (l’ultima legge sul clima che era stata approvata nel 2011), infatti, dopo una lunga per fare progressi nell’affrontare la crisi climatica per più di un decennio, nonostante il Paese abbia subito il suo disastroso impatto a causa di inondazioni, incendi devastanti e lo sbiancamento della sua iconica Grande Barriera Corallina.

L’approvazione della legge sui cambiamenti climatici non fa che inviare un messaggio al mondo che l’Australia è seriamente intenzionata a ridurre le emissioni e a cogliere le opportunità economiche dall’energia rinnovabile a prezzi accessibili. E sia da esempio, per l’Italia e per tutti i Paesi occindentali responsabili di questa folle crisi climatica.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Australian Government

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook