La surreale intervista televisiva all’attivista sul clima che si è svolta in stile Don’t Look Up

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’attivista voleva lanciare l’allarme su un’esplorazione petrolifera e sulla crisi climatica, ma i giornalisti di Good Morning Britain semplicemente non avevano intenzione di starla a sentire. Mettendo su una scenetta degna di Don’t Look Up, il film cult di Netflix

Nel Regno Unito emessa una moneta per celebrare il 50° del Pride

Era lì presente a nome di Just Stop Oil, una campagna che ha portato manifestazioni pacifiche in alcuni impianti petroliferi nell’Essex, nel Regno Unito, contro l’uso di combustibili fossili, ma Miranda Whelehan, 20enne attivista per il clima invitata alla trasmissione di ITV Good Morning Britain, si è trovata nel bel mezzo di un paradosso.

Esattamente come accade in una scena del film Don’t Look Up – il film Netflix che presenta un’allegoria della crisi climatica e del comportamento negazionista proprio di media e politica – in cui la dottoranda Kate Dibiasky in un talk televisivo vuole avvertire dell’imminente catastrofe dovuta a un gigantesco corpo celeste che impatterà sulla Terra e per tutta risposta i conduttori ignorano il suo messaggio, così Miranda ha vissuto la stessa condizione.

Chiediamo che il Governo del Regno Unito metta fine a tutte le nuove licenze petrolifere, esplorazioni e consensi nel Mare del Nord. È un messaggio semplice che è in linea con la scienza, aveva detto.

Ma la semplicità di quelle richieste sembrava infastidire il suo intervistatore, Richard Madeley, che incalzava:

Ma accetteresti, vero, che è una discussione molto complicata da avere, è una cosa molto complicata. E questo slogan ‘Just Stop Oil’ è molto simile a un parco giochi, un po’ alla Vicky Pollard, vero? Ha detto riferendosi alla parodia degli adolescenti nel noto show Little Britain.

Anche nella vita reale, dunque, la cosa peggiore è che quei presentatori e quei giornalisti hanno dimostrato di credere di sapere meglio dei scienziati e accademici che studiano la crisi climatica da decenni e si rifiutano di sentire diversamente.

È una cecità volontaria e ci ucciderà, diceMiranda Whelehan. La risposta all’intervista sui social media è stata molto favorevole, ma dobbiamo tradurre quel sostegno in azione. Se le migliaia di persone su Twitter che non sono d’accordo con l’approccio di Madeley si unissero alle azioni di Just Stop Oil , le possibilità di cambiamento sarebbero infinite.

E ha ragione Miranda: se questo sdegno generale sui social non si fermasse al singolo episodio, ma si facesse sentire nelle piazze, negli Enti, nei Governi, sempre e costantemente, forse qualcosa si concreto si muoverebbe sul serio.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Just Stop Oil / ITV | Good Morning Britain

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook