I vicini gentili che hanno costruito un’area giochi all’aperto per una famiglia con bambini piccoli che non aveva il giardino

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In Galles, una zona di terra inutilizzata è diventata un'area giochi all'aperto per una famiglia con bambini piccoli grazie all'aiuto di vicini solidali

Una crisi come quella che stiamo vivendo può far emergere il meglio delle persone ed è sicuramente quello che è successo a Trallwn (in Galles) dove alcuni vicini hanno pensato di dare una mano ad una coppia con 3 bambini molto piccoli che era in seria difficoltà a causa del lockdown. Come? Costruendo insieme a loro una bellissima area giochi all’aperto dove i piccoli possono trascorrere del tempo sereni e in sicurezza.

Danielle Spooner e Jason Lowe vivono in un appartamento con due camere da letto con i loro 3 figli: un bambino di tre anni e due gemelli di 18 mesi. Non hanno alcuno spazio esterno e in Galles, proprio come è avvenuto in Italia, sono stati chiusi i parchi gioco quindi la famiglia durante la quarantena non aveva modo di far giocare i bambini all’aria aperta.

I vicini hanno allora pensato di aiutarli trasformando una zona di terra inutilizzata alla fine del parcheggio in un’area giochi per la famiglia. Con il permesso del proprietario di quel pezzo di terreno, i vicini Amanda Evans e Carl Fackrell si sono messi a lavoro insieme alla famiglia per trasformare l’area in un parco giochi completo di trampolino, piscina per bambini e macchinine.

area-giochi-bambini-galles2

© Danielle Spooner/PA

 

area-giochi-galles1

© Danielle Spooner/PA

area-giochi-galles2

© Danielle Spooner/PA

Nessuno dei  vicini ha figli piccoli, quindi il giardino è stato costruito per essere utilizzato esclusivamente dalla famiglia di Danielle e Jason.

Il parco è stato costruito in meno di due giorni e con soli 100 dollari, sono stati utilizzati infatti, in gran parte, materiali che le famiglie già avevano. Anche il proprietario del negozio di fish and chips affianco agli appartamenti ha contribuito come poteva, portando loro la cena tutte e due le sere che hanno trascorso lavorando.

Naturalmente i bambini hanno particolarmente apprezzato il loro nuovo spazio, come ha raccontato la mamma:

“I bambini sono impazziti quando l’hanno visto – correndo in giro, provando tutto quello che c’era dentro. Sono bambini e ai bambini piace mettersi nei guai e quando sono chiusi in un appartamento, ovviamente si trovano in molti guai, il che è stressante per noi. Quindi poterci sedere un po ‘fuori e giocare in sicurezza è incredibile”

Un bellissimo gesto che ha alleggerito tanto lo stress di una famiglia, fatto felici dei bambini ma anche stretto insieme una piccola comunità.

Fonte di riferimento: Express & Star /

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook