Questo Natale diventa un “nipote di Babbo Natale” per regalare un sorriso agli anziani che vivono nelle RSA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Esaudire un desiderio e regalare un po' del proprio tempo renderà questo Natale speciale per gli anziani che vivono nelle case di riposo

Per tanti anziani soli, che vivono nelle case di riposo o nelle RSA, le festività natalizie rappresentano un momento triste, poiché non hanno nessuno con cui condividere la gioia della festa. Per regalare loro un sorriso e realizzare un desiderio per troppo tempo tenuto nel cassetto, l’associazione Un sorriso in più ha dato avvio al progetto Nipoti di Babbo Natale.

Si tratta, in pratica, di mettere in contatto anziani soli ospitate nelle residenze sanitarie e giovani che hanno voglia e piacere di regalare un po’ del proprio tempo esaudendo un loro desiderio. Da una parte, quindi, un anziano potrà esprimere un desiderio e trascorrere del tempo di qualità con un “nipote” adottivo; dall’altra, un giovane potrà riscoprire la gioia del dono e vivere un’esperienza di solidarietà – in linea con lo spirito del Natale.

Come si legge sul portale dedicato all’iniziativa, ogni desiderio esaudito diventa l’opportunità per far nascere un’amicizia fra un “nonno” e un “nipote” – magari anche se solo a distanza – grazie alla mediazione degli operatori dell’associazione. I giovani interessati potranno infatti entrare all’interno delle RSA e condividere momenti speciali con gli anziani ospitati nelle strutture.

Ma come funziona il progetto? Fino al prossimo 15 novembre, tutti coloro che vogliono candidarsi come “nipoti” possono presentare la propria domanda sul portale dell’iniziativa. Per le strutture che accolgono persone anziane, c’è tempo invece fino all’11 dicembre.

Dopo la procedura di iscrizione, le strutture inseriranno sul portale i desideri espressi dagli anziani: possono essere regali materiali o anche esperienze – l’importante è che si tratti di desideri realizzabili e che siano espressi in modo chiaro e preciso. Ogni anziano può esprimere uno o più desideri.

Una volta approvati, tutti i desideri verranno pubblicati sul portale. In questo modo, i “nipoti di Babbo Natale” potranno sceglierne uno (o più di uno) da realizzare, selezionandolo dalla lista. La struttura riceverà una notifica quando il desiderio è stato selezionato: a questo punto non deve fare altro che mettersi in contatto con il “nipote” per concordare tempi e modi per la consegna dell’oggetto o per la realizzazione dell’esperienza.

Magari per i più giovani può sembrare cosa da poco trascorrere qualche ora con un anziano e portargli un regalo, ma per chi vive in una residenza sanitaria o in una casa di riposo, questo gesto vale oro. In questo modo, regaleremo veramente un bel Natale a chi è solo e non ha famiglia.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Nipoti di Babbo Natale

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook