Prima di lamentarci nelle chat di classe, guardiamo bene questo bambino che studia in strada di notte sotto un lampione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un bambino a Mombasa in Kenya fa i compiti sotto il lampione, Per acquistare un pannello solare per la sua famiglia è nata una raccolta fondi

Nel Regno Unito emessa una moneta per celebrare il 50° del Pride

A volte ci lamentiamo nelle chat di classe per i motivi più disparati, ma forse dovremmo ricordarci più spesso che i nostri figli sono nati nella parte “fortunata” del mondo. Oggi vi raccontiamo la storia di questo bambino che risiede nella contea di Mombasa in Kenya ed è costretto a fare i compiti sotto un lampione perché la sua famiglia non può permettersi di pagare l’elettricità.

La storia del piccolo, condivisa sui social, ha portato ad una raccolta fondi con l’obiettivo di acquistare un pannello solare a batteria grazie al quale potrà studiare a casa sua anche di sera.

Come tanti altri bambini anche Salim Khamisi vorrebbe poter studiare tranquillamente avendo a disposizione quanto necessario. Gli manca invece qualcosa di fondamentale: la luce! Ma il piccolo non si scoraggia e pur di fare i compiti si posiziona al bordo della strada sotto un lampione.

La storia toccante di questo studente volenteroso ma decisamente svantaggiato è stata condivisa su Facebook da un abitante della zona che ha subito lanciato un appello per aiutarlo.

È stata attivata così una raccolta fondi per far sì che la famiglia del bambino, che vive con sua madre disoccupata e uno zio muratore e contadino, possa acquistare un pannello solare e una batteria. In questo modo Salim non dovrà più ricorrere al luce del lampione pubblico per poter studiare la sera. 

L’elettricità è qualcosa che diamo per scontato ed è solo quando si verificano casi del genere che ci rendiamo conto che non è affatto così, almeno in alcune parti del mondo.

Vi avevamo raccontato anche la storia di un altro bambino che faceva i compiti sotto il lampione pubblico e che si era conclusa poi con un lieto fine.  Leggi anche: Il bambino filippino fa i compiti per strada, illuminato da un lampione

Ma chissà quanti altri bambini si trovano ancora in questa condizione.

La resilienza e la tenacia con cui Salim si è adattato alle difficoltà pur di studiare ha toccato il cuore di molte persone e speriamo che presto non debba ricorrere più a questi stratagemmi per poter fare i compiti.

Ricordiamoci della sua storia ogni volta che abbiamo la tentazione di lamentarci.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Emmanuel Mbaji Mruu  Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook