Xylella: continua a colpire gli ulivi in Puglia ed è arrivata anche nella zona “indenne” di Monopoli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se ne parla poco, almeno a livello nazionale, ma l'emergenza Xylella è tutt'altro che terminata. Il batterio che attacca e uccide gli ulivi continua ad avanzare ed è arrivato anche nella zona di Monopoli. Lo testimoniano i più recenti dati del Piano di Monitoraggio della Regione Puglia

Libera Terra

Continua a preoccupare l’avanzata della Xylella in Puglia dove – secondo i dati del monitoraggio del sito della Regione Puglia Emergenza Xylella – ad ottobre si sono registrate 63 ulteriori piante infette rispetto ad inizio settembre, di cui 23 nella zona indenne di Monopoli e altre 11 nell’area delimitata sempre riferita a Monopoli.

Come spiega la Regione Puglia, che ha pubblicato i dati del monitoraggio della Xylella al 3 ottobre 2022 (comprensivi dei dati settimanali rilevati da agosto fino ad oggi):

Il monitoraggio è svolto su 120 siti distribuiti  in otto aree climatiche omogenee, con cadenza settimanale. In ogni area sono stati individuati 15 oliveti suddivisi per altitudine e paesaggio, coltivati sia in regime integrato che biologico. In ogni sito la raccolta dei vettori si effettua su piante di olivo, piante di bordo (cupressacee, lentisco, mirto, Quercus spp.) e piante erbacee. Dai dati del monitoraggio si conferma la presenza dei vettori su olivo nelle zone dove sono stati rilevati sinora.

Gli oliveti sono colpiti in particolare da Xylella fastidiosa subspecie pauca, ceppo ST53 e ciò che preoccupa di più è che il batterio ha iniziato a circolare anche nella cosiddetta zona indenne, ovvero quella di Monopoli. 

Rimane alta la preoccupazione anche nella “zona di contenimento” Salento dove da giugno a ottobre sono state individuate un totale di 106 piante infette (78 già estirpate).

Considerando tutto il periodo da giugno a inizio ottobre, il totale di piante infestate dalla Xylella sono un totale di 226, di cui 162 sono state già sradicate.

xylella avanzata puglia dati

©Regione Puglia Emergenza Xylella

La situazione, dunque, è tutt’altro che rosea per gli ulivi pugliesi anche se l’attenzione dei media è molto scesa su questa problematica.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Regione Puglia Emergenza Xylella

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook