Ciliegie pugliesi vendute a 16 euro al chilo a Milano (e a 1 euro in Puglia)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ecco quanto denuncia Coldiretti Puglia, alla luce dei prezzi in caduta libera delle ciliegie Bigarreau e Georgia e un mercato freddissimo.

Prezzi in caduta libera per le ciliegie: per questo nelle prossime due settimane nei mercati di Campagna amica in tutta la regione saranno vendute le ciliegie pugliesi al giusto prezzo

In Puglia a 1 euro al chilo e a Milano a 16. C’è qualcosa di decisamente storto nel mercato delle ciliegie pugliesi, che non fa altro che marcare un dato: l’andamento del mercato alla lunga non farà altro che danneggiare i produttori di uno dei frutti più caratteristici della Puglia.

A denunciarlo è la Coldiretti regionale, che snocciola numeri importanti: la produzione in Puglia di ciliegie risulta concentrata nella provincia di Bari che da sola rappresenta il 96,4% della produzione totale regionale. Con le sue 47 mila tonnellate, la provincia barese è la prima provincia italiana per produzione di ciliegie raccogliendo il 34% della produzione nazionale e la produzione di ciliegie in Puglia è pari al 39,8% del totale nazionale.

La graduatoria dei prodotti agricoli pugliesi nel contesto nazionale – aggiunge Coldiretti Puglia –  vede al primo posto anche le ciliegie con una superficie di quasi 20mila ettari, di cui oltre 17mila della sola provincia di Bari, la quale copre più dell’85% della superficie investita.

Tutto ciò però non trova riscontro nel mercato.

L’andamento di mercato è inaccettabile con i prezzi pagati agli agricoltori in caduta libera, crollati in una settimana fino a 1 euro al chilo, mentre la forbice dei prezzi dal campo alla tavola si è allargata in misura sconsiderata. Stanno vendendo a Milano in una nota catena di distribuzione commerciale le ciliegie pugliesi ad euro 16 euro al chilogrammo, denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

Di fatto, dopo averle salvate dal gelo e dalle grandinate con falò notturni per scaldare i ciliegeti e vaporizzazione di acqua per preservare le fioriture, i coltivatori si vedono i prezzi in caduta libera, soprattutto delle ciliegie Bigarreau e Georgia, e un mercato freddissimo.

Non possiamo permettere che i nostri agricoltori siano costretti ad abbandonare questa produzione storica e riconosciuta a livello nazionale – dice Muraglia – per colpa dei prezzi in campagna ciclicamente troppo bassi. Per questo nelle prossime due settimane  nei mercati di Campagna amica in tutta la regione saranno vendute le ciliegie pugliesi al giusto prezzo sia per i produttori che per i consumatori, con una campagna di comunicazione sulle proprietà benefiche delle ciliegie made in Puglia.

Frattanto, l’Assessore regionale all’Agricoltura ha richiesto un tavolo urgente per salvare la campagne delle ciliegie, i cui prezzi non possono andare addirittura al disotto dei prezzi di produzione.

Fonte: Coldiretti

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook