Danno la diga in gestione a società cinese di acqua in bottiglia e la città australiana rimane a secco

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una società cinese ha ottenuto l'autorizzazione nel Queensland per estrarre acqua da imbottigliare, lasciando una cittadina senza riserve idriche

Una città australiana già colpita dalla siccità e dagli incendi ha esaurito completamente le riserve idriche dopo che una società cinese è stata autorizzata a prelevare acqua nella regione poche settimane fa.

Lo scorso dicembre, il consiglio regionale di Southern Downs ha approvato il piano di sviluppo della Joyful View, consentendo alla società di prelevare 96 milioni di litri di acqua all’anno nel Queensland del sud per destinarla all’imbottigliamento.

Già prima dell’autorizzazione, i residenti delle città vicine Warwick e Stanthorpe avevano accesso all’acqua con delle restrizioni, divenute ancora più estreme dal giorno dopo l’accordo: l’acqua disponibile a persona è scesa a soli 80 litri al giorno, una quantità quattro volte inferiore rispetto alle necessità.

Il Consiglio regionale aveva promesso ai cittadini che non sarebbero rimasti senza acqua. In realtà, nonostante le limitazioni, Stanthorpe, cittadina a sud-est del Queensland, ha esaurito le scorte idriche e ora dipende completamente da 42 camion che ogni giorno trasportano l’acqua ai residenti partendo da una diga distante 60 km.

La diga che riforniva i 5.000 residenti è scesa all’11% della sua capacità e la poca acqua rimasta verrà utilizzata per eventuali emergenze.

La situazione è gravissima sia perché le persone non hanno acqua a sufficienza per le proprie esigenze sia perché manca acqua per le attività produttive, incluse le aziende agricole. Molti bovini, cavalli e altri animali soffrono la fame e la sete, perché non hanno a disposizione né acqua né fieno.
Contadini e allevatori sono talmente disperati da arrivare a rubarsi l’acqua tra loro: un agricoltore già in difficoltà è stato derubato dal suo vicino, che gli ha sottratto 70mila litri di acqua potabile dai serbatoi.

Nonostante l’importazione di acqua, resterà in vigore la restrizione di 80 litri a persona, e con tutta probabilità, anche per i cittadini di altre città rimarranno senza risorse idriche a breve.

Inoltre l’acqua proveniente da Warwick, che viene utilizzata anche per sostenere Stanthorpe, potrebbe esaurirsi entro la fine di quest’anno, se non si verificheranno piogge significative.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook