Lavare i piatti: risparmi più acqua facendoli a mano o in lavastoviglie? La risposta ti stupirà

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

C'è sempre stato chi preferisce lavare i piatti a mano e chi, invece, non riesce a fare a meno della lavastoviglie. Ma in quale dei due modi si risparmia più acqua? La risposta potrebbe stupirvi

La siccità e la crisi idrica che stiamo vivendo in questo periodo, dovrebbe farci riflettere sulla parsimonia dell’acqua all’interno delle nostre numerose attività quotidiane.

Una di queste è sicuramente il lavaggio dei piatti. Al riguardo, c’è sempre stato chi preferisce lavare i piatti a mano e chi, invece, non riesce a fare a meno della lavastoviglie. Ma in quale dei due modi si risparmia più acqua? La risposta potrebbe stupirvi.

Se, per esempio, siete abituati a lavare i piatti prima di attivare la lavastoviglie, non c’è niente di più sbagliato, perché si tratta di un enorme spreco di acqua e di energia, nonché di un doppio lavoro inutile.

D’altra parte, se occorre lavare soltanto qualche piatto o bicchiere non c’è bisogno di attivare la lavastoviglie e consumare elettricità.

Vediamo insieme se è più ecologico lavare i piatti a mano o in lavastoviglie.

Lavaggio a mano o in lavastoviglie?

Se il lavaggio a mano ha ancora il suo senso per molti oggetti di uso quotidiano, in realtà la lavastoviglie è più efficiente dal punto di vista del risparmio idrico.

A tal proposito, secondo uno studio dell’Università di Bonn in Germania una lavastoviglie completa utilizza circa 13 litri di acqua per pulire 144 articoli, mentre per lavare lo stesso carico a mano vengono utilizzati in media circa 100 litri di acqua.

C’è da dire, però, che una lavastoviglie è più efficiente dal punto di vista idrico rispetto al lavaggio a mano quando si ha un carico completo.

Infatti, se hai soltanto qualche piatto sporco o non riesci a riempire totalmente la lavastoviglie, è opportuno lavare i piatti a mano nel lavandino.

Leggi anche: Lavare i piatti: la lavastoviglie è più ecologica del lavaggio a mano solo se NON fate questo errore

Risparmiare acqua con il lavaggio a mano

Se non disponi della lavastoviglie e non hai altra scelta che lavare i tuoi piatti a mano, segui questi pratici consigli per ridurre al minimo lo spreco di acqua.

Innanzitutto, anche se non ti sembrerà molto pulito il primo consiglio è quello di lasciare che i piatti si accumulino. In questo modo, lavando i piatti tutti in una volta, si risparmierà molta più acqua (e anche tempo).

Se hai un lavandino grande, usa un secchio per ridurne il volume o per riempirlo di acqua fredda mentre aspetti che arrivi quella calda.

Infatti, l’acqua non dovrebbe essere sprecata, anzi riutilizza l’acqua raccolta o in eccesso per esempio per innaffiare le tue piante.

Un altro consiglio è quello di evitare il passaggio del risciacquo finale. Infatti, al contrario di quanto si pensi, i tensioattivi contenuti nei detersivi non sono tossici e puoi tranquillamente riporre i piatti puliti ma saponati. Altrimenti, utilizza l’acqua fredda che hai raccolto per risciacquarli.

Infine, la scelta di un buon detersivo per piatti è fondamentale per risparmiare acqua, ma anche tempo e denaro.

Leggi anche: 10 detersivi per i piatti davvero ecologici

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in sociologia e studentessa in media, comunicazione digitale e giornalismo. Curiosa e creativa, le sue passioni sono la scrittura, gli animali e il buon cibo. La sua lingua madre è il dialetto siciliano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook