5 parole d’ordine per un Natale più “verde”

immagine

Natale è il periodo dell’anno in cui trionfano le tradizioni e i piccoli riti familiari: ad esempio, sono certa che molti di voi trascorreranno il prossimo week-end addobbando l’albero, facendo il presepe e girando per negozi alla ricerca di regali.

Purtroppo, però, proprio durante le festività natalizie si finisce spesso per spendere, spandere e sprecare, dimenticando (temporaneamente?) i buoni propositi e le regole-base di una vita sostenibile e a basso impatto ambientale.

Ecco quindi una breve lista di parole d’ordine che dovremmo tenere in mente per far sì che le nostre feste siano più rispettose del mondo che ci circonda e meno costose:

Creatività

Ideate e realizzate da soli le vostre decorazioni natalizie: ad esempio, che ne dite di riciclare il cartone di qualche scatola, ritagliandolo e dipingendolo, o di preparare ghirlande, stelle e angioletti in pasta di sale? Fatevi guidare dal vostro estro e di certo troverete l’addobbo che fa per voi!

Se avete dei bambini, potete coinvolgerli nella realizzazione delle decorazioni, trasformandola in uno stimolante momento di gioco. Se invece siete a corto di tempo o di fantasia, cercate di acquistare solo ornamenti semplici e riutilizzabili, senza spendere una fortuna per procurarvi addobbi esclusivi o il gadget del momento.

Qualche giorno fa un’amica molto attenta alle mode mi ha detto che quest’anno, per essere davvero trendy e in, bisognerebbe decorare l’albero di Natale con delle pigne innevate: ecco, se proprio volete seguire questa moda, sappiate che nei parchi pubblici ci sono pigne a volontà e che per ottenere l’effetto neve bastano colla e cotone…

Essenzialità

Cercate di non regalare degli oggetti superflui e preferite beni durevoli o che rispondano ad una necessità precisa. Oppure regalate un’esperienza: ad esempio, i biglietti per una mostra, per un concerto o – se il vostro budget ve lo permette – un viaggio (purché sia rigorosamente sostenibile!). E non riempite i vostri bambini di giocattoli di tutti i tipi, altrimenti impedirete loro di apprezzare davvero quello che ricevono!

Originalità

Rendete unico il vostro regalo confezionandolo in modo originale. Riciclate della carta da regalo usata o ideate soluzioni più personali e fantasiose: ad esempio, potete utilizzare della carta di giornale, le pagine di una rivista o di un fumetto, degli spartiti musicali… Potete anche evitare del tutto la carta e recuperare in fondo al vostro armadio dei foulard o delle vecchie stoffe… insomma, siate creativi!

Solidarietà

Non sprecate cibo: ad esempio, non abbuffatevi all’inverosimile e non aprite confezioni di panettoni, pandori e dolci vari se siete già saturi e sapete che verranno lasciati a metà. Se ne avete ricevuti tanti in dono e non volete farli scadere nella dispensa (giustamente!), potete sempre regalarli a qualcun altro o affidarli a delle associazioni. Insomma, è Natale, non pensate solo a voi stessi!

Sostenibilità

Per i vostri pranzi e cenoni, preparate e servite un menù il più possibile a chilometro zero, scegliendo frutta e verdura di stagione, e fate la spesa in modo attento e sostenibile, evitando i prodotti confezionati con imballaggi imponenti e difficili da smaltire.

Detto questo, buoni preparativi natalizi a tutti!

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

corsi pagamento

seguici su facebook