Tesla lancia il tetto solare di terza generazione: tegole fotovoltaiche economiche e alla portata di tutti

tetto-solare-tesla

Tesla ha lanciato il suo tetto solare di terza generazione che promette di essere installato più facilmente e inoltre costa mediamente meno rispetto ad un tradizionale tetto su cui poi devono essere installati a parte i pannelli solari.

Il Solar Roof è una soluzione di tetto residenziale che integra direttamente i pannelli fotovoltaici nella propria struttura. Ciò significa che con una sola copertura si ha il tetto e i moduli in grado di assorbire i raggi del sole e produrre energia pulita.

Adesso il brevetto della azienda, ormai lontana dall’essere solo produttrice di veicoli elettrici, è arrivato alla terza generazione e la Tesla è riuscita a realizzarlo con tegole più economiche, veloci da installare e che garantiscono una maggiore durata nel tempo.

Anche il costo del Solar Roof (V3) è abbastanza vantaggioso. Si parla per una casa di 2000 piedi quadrati (circa 186 metri quadrati) con potenza di 10kW di una spesa di 42.500 dollari e, togliendo gli incentivi di 8550 dollari, praticamente si arriva a spendere 33.950 dollari. Un prezzo, come dichiarato dalla società, che nell’80% circa dei casi è “inferiore a quello che costa il tetto medio, più i pannelli solari” che si aggiungerebbero a parte.

Nonostante l’efficienza di questo tetto sia minore rispetto a quella garantita da pannelli montati separatamente e più sofisticati, la maggiore superficie su cui si estende il Solar Roof (ossia tutto il tetto della casa) consente comunque di guadagnarci in quanto a produzione di energia.

L’installazione di tegole e tetto sembra poi essere diventata più semplice e rapida, si parla di alcuni giorni anche se dall’azienda affermano che, con un team grande, può essere fatta potenzialmente anche in sole 8 ore. Inoltre può essere realizzata da tecnici Tesla ma anche da terze parti certificate.

Il nuovo tetto solare ha una garanzia di 25 anni che comprende, tra l’altro, la protezione dagli agenti atmosferici (incluso il fonte vento e gli uragani, frequenti negli Stati Uniti) oltre che la capacità dei pannelli di generare di energia.

La società, per voce del suo CEO Elon Musk, ha dichiarato che inizierà le installazioni nelle prossime settimane (ovviamente negli Stati Uniti) e che spera di aumentare la produzione arrivando a 1.000 nuovi tetti a settimana.

Attualmente in pre-ordine negli Usa c’è un solo “look” disponibile per il tetto solare, il Black Glass, ma il CEO di Tesla ha già fatto sapere che la società lancerà ulteriori varianti e alternative il più rapidamente possibile.

Una buona soluzione per le nuove abitazioni o per chi deve ristrutturare casa, come ci tiene a specificare lo stesso Musk.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Coop

Le bottigliette d’acqua riciclate del Jova Beach Party diventano t-shirt sportive

Salugea

Come fare incetta di vitamina D in inverno per evitare una carenza

Seguici su Instagram
seguici su Facebook