©Shutterstock/anatoliy_gleb

Superbonus 110%: al via il portale Enea per l’invio di asseverazioni e documenti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nuovi tasselli nel complicato puzzle per la richiesta del superbonus al 110%. L’Enea ha appena fatto sapere che è stata attivata la piattaforma che permette di inviare le asseverazioni e i documenti necessari a ottenere gli aiuti di Stato per l’efficientamento energetico della propria abitazione.

La compilazione dell’asseverazione potrà essere effettuata direttamente sul sito, in cui è possibile anche allegare la documentazione prevista. Fa sapere l’Enea che da ieri 27 ottobre, il giorno in cui è stata attivata l’apposita sezione, decorrono i 90 giorni entro i quali occorre caricare i documenti relativi ai lavori iniziati e conclusi prima della data della messa online del nuovo portale.

Ma ci sarà tempo fino al 16 marzo 2021 per comunicare all’Agenzia delle Entrate l’eventuale cessione del credito relativa ai lavori. In questo modo, le imprese che lo avranno acquisito potranno  caricarlo sul loro cassetto fiscale e usufruire delle detrazioni.

Fa sapere inoltre l’Enea che l’asseverazione va fatta sempre a fine lavori ma è possibile farla in corso d’opera al 30% e al 60% dei lavori realizzati. Deve essere redatta da un tecnico abilitato munito di polizza assicurativa espressamente stipulata per il SuperEcobonus 110%.

Quali documenti occorrono? Per completare un’asseverazione occorre caricare nel sistema i file PDF dei seguenti documenti: Copia della polizza assicurativa, APE ante intervento, APE post intervento e computo metrico dei lavori.

Informazioni generali sul superbonus al 110%

Ricordiamo che il Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che ha portato al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per alcuni interventi volti a incrementare l’efficienza energetica degli edifici ma rivolto anche agli interventi antisismici, all’installazione di impianti fotovoltaici o alle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

E’ prevista la possibilità, al posto della fruizione diretta della detrazione in rate di pari importo ottenute in 5 anni, di optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

In questo caso si dovrà inviare dal 15 ottobre 2020 una comunicazione per esercitare l’opzione con l’apposito modello da compilare e inviare online. Qui il modello

Per tutte le altre informazioni, leggi il nostro approfondimento sul Superbonus al 110%:

Fonti di riferimento: Agenzia delle entrate, Enea

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook