SunIsMore: il solare termico diventa trasparente e multicolor

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il solare termico del futuro sarà a trasparenza variabile e cambiera colore per garantire una più efficience produzione di energia. È SunIsMore, il nuovo sistema solare termico multifunzionale già brevettato e selezionato come idea innovativa nel settore cleanthec in occasione della Start Cup Puglia 2012, piazzandosi al 2° posto.

Utilzzabile per i settori residenziale, commerciale, industriale e i clienti istituzionali, il nuovo pannello solare è in grado di produrre acqua calda sanitaria, riscaldare gli ambienti, produrre calore nei processi industriali, ma può anche fornire sistemi di ombreggiamento e produzione di calore per serre agricole, può essere usato per i divisori interni a trasparenza e colorazione cangiante e per i sistemi di ombreggiamento per esterni.

Come funziona? Il pannello solare può essere usato come involucro di un edificio e si oscura in presenza di sole per tornare trasparente all’occorrenza. È questo il suo segreto, sostituendosi agli elementi opachi dei sistemi tradizionali. Ecco come: prima il sistema si attiva in presenza di sole con l’introduzione di un fluido colorato all’interno delle cavità della lastra trasparente.

sunismore3

In un secondo momento, quest’ultima diventa opaca e la luce del sole riscalda direttamente la sottile lamina di fluido captante. Poi gli strati più esterni eliminano la convezione e le perdite di calore per conduzione dando luogo ad un pannello con elevata efficienza energetica che permette di assorbire energia termica limitando perdite anche con salti termici elevati. Infine, in assenza di irraggiamento o quando non è necessario, la lastra torna trasparente e permette il passaggio della luce.

sunismore4

Quali sono i vantaggi? Oltre all’aspetto estetico gradevole legato alle superfici trasparenti, i nuovo pannelli solari termici vantano la semplicità del sistema idraulico per cui non sono necessarie costose componenti di funzionamento, l’eliminazione di additivi antigelo e una maggiore durata di vita rispetto ai collettori a circolazione naturale.

sunismore1

Secondo i suoi realizzatori, inoltre, se utilizzato come facciata continua, il sistema può ridurre la quantità di radiazioni solari incidenti sull’edificio e la quantità di accumulo termico interno. Non ultimo, tutti i componenti del sistema sono completamente riciclabili.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook