Piatti autopulenti per ridurre gli sprechi di acqua e detersivi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Utilizzandoli, si potrebbero risparmiare migliaia di litri d’acqua ogni anno. Sono i piatti autopulenti ideati dallo studio di design svedese Tomorrow Machine. Una soluzione doppia, che da una parte risparmia l’ingrato compito di lavare i piatti e dall’altra favorisce la riduzione dei consumi d’acqua e detersivi utilizzati a questo scopo.

I piatti autopulenti sono impregnati di uno speciale rivestimento e sono progettati per imitare le foglie della pianta di loto. In questo modo, qualsiasi traccia di sporco o di liquido semplicemente scivola via. E invece di utilizzare litri e litri d’acqua per la pulizia dopo i pasti, è sufficiente gettare i rifiuti alimentari direttamente nel compost.

Qual è il materiale ‘segreto’ che permette tutto ciò? Si tratta di un rivestimento costituito da una cera disciolta ad elevata pressione e temperatura che respinge così l’acqua, l’olio e lo sporco.

Il prototipo di tale piatto è stato realizzato per mostrare le qualità di questo nuovo materiale a base di cellulosa sviluppato da Innventia, leggero ma forte e che può essere modellato in superfici dalla doppia curvatura.

Il prodotto non solo consente di risparmiare risorse durante il processo produttivo ma anche sul suo intero ciclo di vita, non richiedendo acqua e sostanze chimiche per mantenerlo pulito”, dicono i progettisti.

piatti autopulenti1

La polpa di cellulosa viene prima suddivisa in fogli, poi è pressata in uno stampo a caldo. A quel punto, il materiale diventa duro come la ceramica ma con alcuni vantaggi: è leggero e non si rompe in caso di cadute e urti, come assicura Hanna Billqvist, una delle ideatrici. Ma si tratta di una tecnologia ancora in fase di sviluppo, non ancora pronta per la diffusione commerciale.

Il team sostiene che il rivestimento è utile per l’ambiente, perché si ridurrebbero anche le emissioni generate dal riscaldamento dell’acqua utilizzata per lavare e si eviterebbe l’uso del sapone.

Francesca Mancuso

Foto: TomorrowMachine Facebook

LEGGI ANCHE:

Detersivo per piatti: 5 ricette fai-da-te

Pappami: così buono da… mangiarsi il piatto!

Eco-arte: ecco i piatti e i bicchieri 100% vegetali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook