I pannelli solari ispirati agli origami per produrre tutta l’energia di cui hai bisogno… dalle finestre

Solgami

Immaginate di poter produrre energia elettrica grazie al sole senza installare ingombranti pannelli fotovoltaici sul tetto o in giardino. Bastano delle semplici tapparelle, in cui sono installati dei minuscoli sistemi ispirati agli origami.

Si chiamano Solgami e senza schermare la luce che entra dalle finestra promettono di produrre buona parte dell’energia necessaria al fabbisogno di una famiglia. A lavorare sul progetto è lo studio di design australiano Prevalent, che attualmente sta lavorando con un produttore giapponese sul prototipo.

Di che si tratta? Non è una novità assoluta. Esistono già finestre in grado di produrre energia. L’unico limite di quelle già esistenti è che esse finiscono per schermare circa il 50% della luce che entra nell’abitazione.

Per ovviare a questo problema, il team ha tratto ispirazione dagli origami. Ben Berwick, architetto e direttore di Prevalent, ha spiegato:

“In gran parte, le soluzioni esistenti stanno riducendo la qualità della tua luce. Perché dovresti mettere qualcosa alla tua finestra che la ridurrà del 50% solo per ottenere una piccola quantità di elettricità?”.

Domanda legittima. Il design di Solgami invece garantisce la presenza di luminosità e al tempo stesso produce energia pulita.

Simile a una tapparella, il sistema si basa sulle feritoie che a volte vengono utilizzate negli uffici per riflettere più luce naturale all’interno. A differenza di un tipico pannello fotovoltaico su un tetto, che riflette verso il cielo la maggior parte della luce che lo colpisce, la forma ripiegata di Solgami fa sì che la luce possa letteralmente rimbalzare tra più strati generando maggiore energia. La forma piegata offre anche più superficie.

solgami2

“Questo pannello solare fatto di origami devia l’incidenza della luce diretta e indiretta verso la facciata e negli appartamenti. La luce si riflette all’interno della finestra, generando elettricità attraverso rimbalzi multipli tra la geometria e i pannelli solari integrati” si legge sul sito ufficiale.

Di fatto la luce viene fatta rimbalzare più volte tra i pannelli solari collocati in un “tunnel di luce pieghevole” per aumentarne l’efficienza, e al tempo stesso entra anche negli appartamenti illuminandoli naturalmente.

solgami

Il progetto è realizzato mediante la serigrafia su celle solari a film sottile. Il disegno viene tagliato e poi piegato ispirandosi agli origami. Inizialmente è stato difficile farlo nei primi prototipi, ma adesso è relativamente semplice da produrre su larga scala. Anche i materiali usati sono convenienti e a basso costo.

Quanta energia produce Solgami? Secondo la società di design, un edificio fatto di uffici con pareti in vetro dotate del dispositivo potrebbero essere del tutto autosufficiente. Per gli appartamenti vista la minore presenza di finestre, anche se non viene soddisfatto tutto il fabbisogno di una famiglia, può generarne una grande quantità. Inoltre, quella in esubero può essere immessa in rete.

Il progetto Solgami è uno dei finalisti del Lexus Design Award 2019. Oltre a ricevere un premio di $ 25.000 per sviluppare la propria idea, il team è in attesa di brevettare questa innovativa soluzione.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto: Prevalent via Fast Company

Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Caffé Vergnano

Women in coffee, il progetto che sostiene il ruolo delle donne che lavorano nelle piantagioni di caffè

Coop

Fuori la plastica dai sacchetti del pane!

tuvali
seguici su Facebook