Foliage: il condizionatore ad energia solare che depura anche l’aria

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Caldo e Afa, i nostri due nemici giurati, almeno per i prossimi due mesi. Ma come fare a sfuggire alla morsa del caldo senza gravare sull’ambiente con l’uso di condizionatori e ventilatori? Grazie ad una foglia. Non una foglia qualunque, è chiaro, ma uno speciale dispositivo, che riesce a produrre aria pulita e fresca con l’energia solare.

L’idea ha un nome alquanto esplicativo: Foliage. Nata dalla mente fervida di Rami Santala, l’oggetto, ha un duplice scopo. Ripulire l’aria dalle polveri sottili e dalle impurità e nel frattempo generare aria fresca, boicottando l’energia elettrica e utilizzando in alternativa esclusivamente l’energia solare.

Un’idea non da poco se si considera che la qualità dell’aria, anche in casa, è sempre più povera e meno sicura, e la tendenza purtroppo non va certo verso la strada del miglioramento.

foliage2

Difficile definirlo “condizionatore” guardandolo. Dal design evocativo, Foliage somiglia ad una grossa pirofila, ma una volta aperto richiama le forme di una pianta, di un cactus, se vogliamo, ma in grado di rinfrescarci in maniera del tutto naturale.

La sua ‘chioma di foglie’ può cambiare la sua forma per captare la luce solare. L’energia prodotta viene immessa nella dispositivo per produrre l’aria condizionata attaccato sul fondo.

foliage1

Ottimo da usare durante l’estate, secondo il suo progettista, Foliage è particolarmente indicato adesso, quando si ha ancora più l’esigenza di utilizzare l’aria condizionata e soprattutto quando si ha una maggiore disponibilità di luce solare.

Non sarà una pianta vera, visto che non produce zucchero e ossigeno, ma l’aria fresca e pulita è una valida sostituita.

Peccato che ancora sia soltanto un concept che, come lo smacchiatore portatile ad acqua è stato presentato all’Electrolux Design Lab 2011, il concorso per i nuovi elettrodomestici del futuro. Con la speranza che trattasi di futuro prossimo.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook