Detrazioni 65% e 50% ecco come cambia il bonus per la ristrutturazione

efficienza energetica detrazioni65

Le nuove detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici e per la ristrutturazione hanno appena ricevuto l’ok dal Consiglio dei Ministri, ma con una novità: l’aumento della percentuale di bonus che sarà possibile detrarre in entrambi i casi.

Con l’approvazione del decreto legge infatti è stato introdotto un potenziamento dell’attuale regime di detrazioni fiscali che passerà dal 55% al 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, in scadenza il 30 giugno.

Con le nuove misure, dal 1° luglio al 31 dicembre sarà possibile ottenere una detrazione Irpef pari al 65%. Ecco quali saranno gli interventi che rientrano in questa categoria: interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti; interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari, riguardanti strutture opache verticali, strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi e la sostituzione dei portoni d’ingresso, a condizione che si tratti di serramenti che delimitano l’involucro riscaldato dell’edificio verso l’esterno o verso locali non riscaldati; installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università; interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

Per quanto riguarda invece le spese per i lavori di ristrutturazione edilizia si potrà beneficiare della detrazione d’imposta Irpef pari al 50%, rispetto al precedente 36%. Il bonus sarà destinato alle spese di ristrutturazione fino ad un ammontare complessivo non superiore a 96.000 euro ed è stato esteso anche all’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, per un massimo di 10 mila euro.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Detrazioni fiscali: bonus del 50% anche per cucine e mobili

Detrazione fiscale del 55%: manca la copertura per la proroga, ma sarà definitiva

Detrazioni del 55%: le 5 cose da sapere

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

corsi pagamento

seguici su facebook