standby_microchip

Sprechi di energia, no grazie. Dal Giappone arriva l'ultima tecnologia “ammazza vampiri” per eliminare i consumi legati alle spie luminose delle tv e degli altri dispositivi lasciati in standby.

Come sappiamo, le simpatiche lucine rosse che indicano che la nostra tv, il pc ma anche gli elettrodomestici e le altre apparecchiature elettroniche sono accese, producono un consumo di energia non da poco. È stato stimato che in Gran Bretagna essi costituiscono il 10% del consumo elettrico residenziale.

Come abbattere i costi e gli sprechi? Grazie al microchip messo a punto dai ricercatori della Tohoku University in collaborazione con NEC Corporation, che utilizza piccoli magneti, invece dell'elettricità, in maniera tale da ridurre a zero la quantità di energia consumata in modalità standby. Salvando in memoria i “dati vitali”, i nuovi circuiti usano il meccanismo della cosiddetta "spintronica".

I dati infatti vengono conservati in ogni elettrone in rotazione piuttosto che all'interno di ciascun elettrone, rendendo i chip più efficienti e il consumo energetico più basso.

Secondo quanto affermato dal professor Naoki Kasai della Tohoku University al Guardian, il funzionamento del microchip è piuttosto semplice: "L'energia necessaria dai dispositivi può essere interrotta in quanto non richiede alimentazione elettrica per salvare o memorizzare i dati, utilizzando invece i piccoli magneti che a loro volta memorizzano '0 'e '1'". Acceso o spento.

Secondo Kasai, inoltre la tecnologia potrebbe ridurre il consumo energetico del 25% presso i data center che ospitano i server.

Efficienza-Vampiri 1-0!

Francesca Mancuso

tuvali 320 a

TuVali

+ di 130 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

donnapop

Segui DonnaPOP

Il magazine femminile che trascina nell'arena i trend del momento!

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram