manutenzione caldaia

Il controllo annuale della caldaia non è obbligatorio, lo sapevate? Attenzione dunque a quelle aziende che distribuiscono volantini dove sostengono che lo sia per convincerci a contattare un tecnico anche quando non serve.

La manutenzione della caldaia rimane comunque molto importante ma non è detto che debba essere annuale. Ovviamente se temete che la vostra caldaia abbia dei problemi dovrete contattare un esperto e non avventurarvi a cercare di ripararla da soli.

È bene sapere però che la frequenza di manutenzione dipende dal modello di caldaia che avete a disposizione ed è riportata sul libretto di istruzioni. Non esiste in Italia una legge che indichi il controllo annuale della caldaia come obbligatorio.

Manutenzione della caldaia

A luglio 2013 è entrata in vigore la normativa più recente sui controlli per le caldaie che sostiene che la periodicità dei controlli e della manutenzione della caldaia non è annuale ma deve essere effettuata conformemente alle prescrizioni e con la periodicità indicate nelle istruzioni tecniche per l’uso e la manutenzione rese disponibili dall’impresa installatrice dell’impianto ai sensi della normativa vigente.

Inoltre secondo la legge, con riferimento all’art. 7 del DPR 74/2013:

“Qualora l’impresa installatrice non abbia fornito proprie istruzioni specifiche o queste non siano più disponibili, le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione degli apparecchi e dei dispositivi facenti parte dell’impianto termino devono essere eseguite conformemente alle prescrizioni e con la periodicità contenute nelle istruzioni tecniche relative allo specifico modello elaborate dal fabbricante ai sensi della normativa vigente”.

È dunque sempre in vigore l’obbligo di affidare la manutenzione della caldaia a ditte abilitate ma la periodicità dei controlli varia a seconda di quanto stabilito dalle istruzioni tecniche relative alla caldaia stessa.

E se le istruzioni della caldaia non sono disponibili, dopo un primo controllo da parte del manutentore sarà lo stesso esperto a segnalare la periodicità necessaria per le manutenzioni successive.

Leggi anche: CALDAIA: 5 CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE

manutenzione caldia

Controllo dei fumi

Il controllo dei fumi va effettuato ogni 2 anni se l’impianto è alimentato a combustibile liquido o solido e ogni 4 anni se è alimentato a Gpl per quanto riguarda tutte le comuni caldaie domestiche e condominiali fino a 100 kW.

Leggi anche: RISCALDAMENTO: 5 CONSIGLI PER RISPARMIARE SOLDI E ENERGIA

Quando fare la manutenzione della caldaia

Non sapete quando fare la manutenzione della caldaia? Consultate il libretto tecnico della vostra caldaia e se non sono presenti indicazioni precise sulla frequenza della manutenzione vi consigliamo di contattare un tecnico prima dell’arrivo dell’inverno e della riaccensione dei riscaldamenti. Sarà il tecnico a decidere la periodicità dei controlli futuri a seconda dello stato della vostra caldaia. Tenete sempre presente che il controllo annuale della caldaia non è obbligatorio per legge e che tenere sotto controllo questo strumento è comunque importante: gli interventi devono basarsi sul buon senso dei cittadini e dei tecnici.

Leggi qui tutte le info sulla manutenzione della caldaia dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

Marta Albè 

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog