incentivi_elettrodomestici

Per chi aveva intenzione di rinnovare la cucina o semplicemente acquistare un elettrodomestico ad alta efficienza energetica, arriva in soccorso il decreto approvato nei giorni scorsi dal governo con i nuovi eco-incentivi 2010 che quest'anno, come abbiamo visto, riservano una fetta ingente dei fondi stanziati proprio alle eco-case e in particolare anche a chi, a prescindere dai lavori di ristrutturazione, voglia optare per una cucina all'insegna del risparmio energetico.

Ma attenzione, perché essendo i finanziamenti disponibili solo fino "ad esaurimento", è molto probabile che dobbiate cominciare fin da subito, così come probabilmente succederà anche per gli incentivi riservati ai motorini, a pianificare in tempo la vostra "corsa al bonus statale". In teoria, infatti, i contributi entreranno in vigore a partire dal 6 aprile fino al 31 dicembre 2010, ma è molto probabile che, viste le richieste, verranno prosciugati in pochi giorni.

Un po' come successo per gli incentivi biciclette (esauriti in appena 4 giorni) verrà istituito un sito internet alla quale i rivenditori dovranno collegarsi e in cui saranno visibili in tempo reale le risorse individuate dal decreto attuativo. È concreto, dunque, il rischio che, scelto il vostro elettrodomestico o la vostra bella cucina nuova e forniti tutti i documenti identificativi necessari, vi vediate bloccare l'operazione in diretta per "esaurimento delle disponibilità del fondo" che, ricordiamo ammonta a 58 milioni per l'acquisto dei mobili della cucina e 50 milioni per gli elettrodomestici.

Se invece rientrerete tra i fortunati beneficiari potrete usufruire dei seguenti sconti:

- Arredamento cucina: per la sostituzione dei mobili da cucina con cucine componibili complete di elettrodomestici ad incasso di classe A lo sconto è pari al 10% del prezzo di acquisto con un contributo massimo di 1000 euro. Ciò significa che se scegliete una cucina dell'importo di 8.000 euro, la pagherete 7.200 mentre nel caso di una combinazione pari a 11.000 euro il prezzo a vostro carico sarà comunque di 10.000 euro.

- Singoli elettrodomestici: se invece dell'intera cucina volete rinnovare solo i singoli componenti, lo sconto sale al 20% del prezzo di listino anche se i massimali applicati variano a seconda della tipologia di elettrodomestico scelto. Tutti però debbono essere ad alta efficienza energetica e dotati delle più aggiornate misure di sicurezza. In particolare hanno diritto alla riduzione del 20%:

- Lavastoviglie nuove: fino ad un massimo di 130 euro;

- Forni elettrici e piani cottura: fino ad un massimo di 80 euro;

- Cappa elettrica e scaldacqua a pompa di calore e stufe: fino ad un massimo di 500 euro

Per usufruire dello sconto basterà recarsi da un rivenditore e sperare di rientrare nelle disponibilità. Sarà il rivenditore stesso poi a farsi carico della trafila recuperando poi l'incentivo presso gli sportelli delle Poste fornendo le fotocopie dei documenti d'identità e degli scontrini emessi.

Ulteriori informazioni saranno disponibili nei prossimi giorni.

Simona Falasca

Leggi tutti gli articoli sui nuovi ecoincentivi 2010



maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram