Volet vegetal: ecco come realizzare un orto urbano anche senza il balcone

volet_vegetal

Possedere e coltivare un orto non è una questione di spazio: ormai sappiamo bene che chi non ha a disposizione un pezzo di terra, che sia in campagna o in un parco cittadino, ha la possibilità di trasformare il proprio terrazzo o il proprio balcone, indipendentemente dalla loro grandezza, in un benefico e rigenerante luogo in cui coltivare divertendosi insalata, erbe aromatiche, pomodori o zucchine. Ma cosa fare se non si ha a disposizione nessuno sfogo esterno nel proprio appartamento da rendere più verde? Semplice: si possono usano le finestre.

Come? Con il “volet végétal”, un micro-habitat estensibile che reinterpreta in maniera originale il concetto di giardino pensile, una soluzione davvero pratica e poco ingombrante, oltre che esteticamente piacevole, per avere sempre a disposizione il proprio piccolo orto anche senza balcone. Lo hanno ideato due giovani designer francesi, Nicolas Barreau e Jules Charbonnet e si tratta di una struttura, facile da montare, da installare nel telaio della finestra a mo’ di persiana.

Questo giardino estensibile può infatti essere “aperto” verso l’esterno, in orizzontale, come uno stendino della biancheria, o richiuso all’interno dell’appartamento, magari in caso di temporale. Insomma, non un orto a parete ma un orto “a finestra, o se preferite un “orto levataio”, delle misure 110x150x120cm, realizzato con pochi e semplici materiali: legno, tasselli, tre vasi, terriccio, corde e barre estensibili.

L’originale giardino urbano che ne viene fuori “comunica tra esterno e interno, collegando la dimensione pubblica con quella privata. Questo oggetto d’arredamento parla di attrazione e di allontanamento. Sembra che la natura invada l’ambiente e che l’ambiente fuoriesca da questo giardino; in questo modo si instaura un doppio flusso”, spiegano i designer. Insomma, espandendo volet végétal verso l’esterno, attraverso un comodo meccanismo a corda, oltre a far prendere più sole alle piante, si trasforma la vista dalla nostra finestra in un orizzonte più verde. E con l’orto “a finestra” sarà possibile rendere l’ambiente urbano e il proprio appartamento più bello, anche senza balcone.

Roberta Ragni

Leggi anche Windows Farm: come coltivare un orto urbano sulla finestra

Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Caffé Vergnano

Women in coffee, il progetto che sostiene il ruolo delle donne che lavorano nelle piantagioni di caffè

Coop

Fuori la plastica dai sacchetti del pane!

tuvali
seguici su Facebook