Foto di Bellezza87 da Pixabay

Quadrifoglio: significato e perché porta fortuna

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il quadrifoglio è un trifoglio bianco con una una fogliolina in più. Anomalia di cui non sono chiare le cause, che ha contribuito alla sua popolarità e a cui si deve il suo significato di portafortuna.

Essendo raro, si dice che solo chi è particolarmente fortunato possa trovarlo. Ma secondo altre interpretazioni, la simbologia associata alla fortuna potrebbe dipendere dalla sua forma simile a una croce.

Esistono inoltre diverse leggende che lo riguardano. Per esempio secondo i Druidi il quadrifoglio teneva lontani gli spiriti maligni. Per i Celti ogni fogliolina che lo compone rappresenta qualcosa: rispetto, abbondanza, amore e salute.

Nell’antico Egitto era il simbolo della dea Iside. Se qualcuno trovava un quadrifoglio, evidentemente era un suo protetto. Un segno molto importante che lo rendeva degno dell’iniziazione, durante la quale il quadrifoglio doveva essere donato alla dea. Era anche considerato simbolo di fedeltà e felicità, per questo motivo in caso di matrimonio veniva regalato dal marito alla sposa.

Anche sognare un quadrifoglio è di buon auspicio, non solo trovarlo!

La leggenda irlandese del quadrifoglio

Sul blog paviastoria viene riportata una curiosa leggenda irlandese incentrata proprio sul quadrifoglio. Secondo la leggenda a Dingle ogni anno si svolgeva un’importante fiera che attirava gente da tutto il mondo.

Quell’anno arrivò un imbonitore che faceva camminare un gallo lungo una strada in salita, mentre trascinava una trave legata alla zampa. Le persone non credevano ai propri occhi, era incredibile che il gallo riuscisse a camminare con quel peso.

Ma un vecchietto che portava sulle spalle un carico di giunchi rimase sconvolto dalla scena. Lui non vedeva una trave, soltanto una pagliuzza. Iniziò a fare domande ai presenti credendosi pazzo, dato che tutti erano convinti che si trattasse proprio di una trave, e alla fine scoppiò persino una lite.

L’imbonitore se ne accorse e domandò al vecchio quanti soldi voleva per il suo carico di giunchi. Gliene offrì molti di più di quelli che aveva chiesto il vecchio. Ma quando quest’ultimo gli diede il carico di giunchi, il vecchio vide al posto della pagliuzza la stessa trave che vedevano gli altri.

Il vecchio, da quel momento, perse la sua capacità di vedere la realtà, ignaro del fatto che nel suo carico di giunchi ci fosse un quadrifoglio. Era proprio quest’ultimo a renderlo capace di vedere la verità.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook