Come creare originali meduse con le piante succulente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le piante medusa sono composizioni di succulente semplicissime da realizzare e curare, adatte anche ai pollici neri.

Grazie alle piante medusa potrete dare un tocco fiabesco a giardini, portici e balconi, rendendoli originali con poco sforzo.

Cosa sono le piante medusa

Se amate le piante ma siete convinti di avere il pollice nero, le piante medusa potrebbero fare al caso vostro.

Non si tratta di una nuova specie botanica bensì di composizioni di piante succulente, sistemate in modo da somigliare a delle meduse vegetali.

Le piante succulente, oltre a essere belle e decorative, hanno l’enorme vantaggio di essere semplici da coltivare. Si tratta infatti di piante resistenti e adattabili, che non presentano esigenze particolari e che richiedono pochissime cure.

Grazie a queste piante si possono poi creare queste spettacolari meduse per abbellire giardini, portici e balconi.

Come realizzare le piante medusa

Per creare una pianta medusa vi occorreranno almeno due specie di piante succulente, una per la parte superiore della medusa e una per realizzare i tentacoli, un cestino, fibra di cocco e del terriccio.

Le piante succulente ideali per realizzare il corpo della pianta medusa sono ad esempio quelle che appartengono ai generi Echeveria, Sempervivum e Cotyledon. Per creare i tentacoli della medusa sono invece più adatte quelle ricadenti come le varietà di Sedum.

Una volta individuate le specie idonee, occorre foderare il cesto con la fibra di cocco, riempire la struttura con il terriccio e sistemare le piantine, come indicato dal video tutorial che segue.

Inizialmente la composizione potrebbe sembrare un po’ spoglia, ma le piante succulente crescono in fretta e in poco tempo avrete una splendida e rigogliosa medusa vegetale.

Come curare le piante medusa

Le piante succulente hanno esigenze minime e richiedono davvero poche cure. Dopo aver creato la composizione a medusa, la struttura può essere appesa dentro o fuori casa, in giardino, sotto un portico o in balcone.

La pianta medusa può essere collocata all’ombra, in pieno sole o in posizione semi ombreggiata, purché in un luogo luminoso e al riparo da forti venti che potrebbero rovinarla o determinarne la caduta.

Le succulente hanno bisogno di poca acqua, dunque le irrigazioni possono essere effettuate con uno spruzzino, vaporizzando acqua in prossimità del terreno. Durante i mesi estivi è possibile diluire un concime liquido specifico da somministrare una volta al mese con l’acqua di irrigazione.

Periodicamente è consigliabile eliminare foglie o parti delle piante danneggiate o sofferenti e sfoltire la composizione se le piante dovessero moltiplicarsi in modo eccessivo.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook