In questo Stato ti pagano per rendere il tuo giardino ‘a misura’ di api e bombi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dal Minnesota un programma per salvare gli insetti: saranno destinati 900mila dollari a chi renderà il proprio giardino a misura di bombi e api.

Fondi a sostegno di bombi e api

In Minnesota è stato recentemente approvato un programma per finanziare chi renderà i propri giardini attraenti per gli insetti. Il programma ha l’obiettivo di salvare alcune specie di impollinatori, tra cui il Bombus affinus, a rischio estinzione.

Lo Stato destinerà 900 mila dollari che saranno distribuiti ai proprietari di case che intendano trasformare gli spazi esterni in habitat favorevoli per il bombo, per le api e per altri insetti. Saranno premiati coloro che pianteranno nelle proprie aree verdi determinati erbe e fiori selvatici, fonte di cibo per gli impollinatori.

I fondi messi a disposizione copriranno fino al 75% delle spese sostenute dai cittadini e arriveranno a risarcire il 90% dei costi sostenuti dagli abitanti delle zone identificate “ad alto potenziale” per le api.

Il denaro dovrebbe essere erogato a partire dalla prossima primavera: al momento, infatti, il programma è in attesa della firma del governatore Tin Walz e i criteri di assegnazione dei fondi sono in via di definizione. Secondo Kelly Morrison, che ha presentato la proposta, i cittadini si sono dimostrati molto interessati all’iniziativa e stanno già chiedendo informazioni.

Insetti impollinatori a rischio estinzione

Così come avviene per le api, anche la popolazione dei bombi è in preoccupante declino e rischia l’estinzione. La specie del Bombus affinus sta diminuendo molto velocemente e negli ultimi vent’anni si è ridotta dell’87%.

I cambiamenti climatici, la distruzione degli habitat naturali per gli insetti e l’uso di pesticidi sono le cause principali della diminuzione di esemplari del bombo.

Come conseguenza dell’urbanizzazione, molte praterie sono infatti state distrutte e gli insetti faticano a trovare fiori che gli garantiscano nettare a sufficienza per sopravvivere.

I cambiamenti climatici hanno poi influenza sulle condizioni meteo, riducendo il periodo di tempo a disposizione per gli insetti per raccogliere il polline. Alcuni pesticidi utilizzati in agricoltura, infine, avvelenano gli insetti che si nutrono del nettare.

Tutto ciò mette a dura prova la sopravvivenza di api, bombi e altri impollinatori e poiché la perdita di questi insetti avrebbe ripercussioni devastanti sull’ambiente e sulla vita dell’uomo, è necessario intervenire per salvaguardare e proteggere le specie a rischio.

Sull’argomento potrebbero interessarti anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook